Torino, riecco Bjarnason: sfiorò i granata nel 2015, ora è del Brescia

Toro, ricordi Bjarnason? Fu a un passo dalla firma nel 2015, ora è al Brescia

di Francesco Vittonetto - 8 Luglio 2020

Calciomercato Torino amarcord: estate 2015, i granata sono a un passo da Bjarnason. E contro il Brescia se lo troveranno di fronte

Daniele Baselli guarderà Torino-Brescia da casa (calcio d’inizio alle 21.45), costretto ai box dal brutto infortunio patito ormai un mese fa. Birkir Bjarnason invece in campo ci sarà, probabilmente anche dal primo minuto. Insomma, la realtà parallela non si materializzerà nel contatto tra i due, ma solo nei ricordi di chi scrive e di chi sta leggendo. Ci spieghiamo. Siamo nell’estate 2015. Petrachi, allora ds del Toro, è alla ricerca di una mezzala per migliorare il tasso tecnico della mediana di Ventura. Anzi, ce l’ha in pugno. E’ l’islandese, l’anno passato in forza al Pescara. Tutto sembra a posto: c’è l’accordo con gli abruzzesi, anche una bozza di quello con gli agenti del calciatore.

Torniamo al luglio 2015: il Pescara ufficializzò tutto, poi la beffa

La trattativa è talmente a buon punto che il Delfino decide di annunciarla sul proprio sito: Bjarnason è un calciatore del Torino, trasferimento a titolo definitivo. Eppure qualcosa non torna. Perché il calciatore e il suo entourage iniziano a tentennare. Bastava una firma, invece arrivano due chiamate: una al Palermo, l’altra al Basilea, entrambe mirano a offrire il centrocampista a cifre più alte rispetto a quelle pattuite con i granata. E’ un gioco al rialzo.

Petrachi non ci sta, è furente. Annusando la beffa alza la cornetta anche lui. E’ qui, che entra in gioco Baselli. Il giovane atalantino è in colloquio con la Fiorentina, ma ancora manca l’ok al trasferimento. Il Toro allora si inserisce con forza: un blitz è decisivo per assicurarsi lui e Zappacosta, in un colpo solo. E’ il 10 luglio 2015. Bjarnason è sfumato: il giorno precedente è stato ufficializzato come nuovo acquisto del Basilea. Ma poco importa, a quel punto.

Sliding doors del mercato. Ora l’islandese gioca a Brescia, la squadra che l’ha riportato in Italia dopo lo svincolo dai qatarioti dell’Al-Arabi. E contro i granata, questa sera, si giocherà un pezzo di salvezza.

1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
27 giorni fa

in prativca, questo è un altro giaccherini.. uno la cui parola vale un caxxhio