Torino-Brescia 2019-2020, numeri e statistiche della sfida

Torino, con le neopromosse 1 vittoria nelle ultime 6 partite. Per il Brescia tabù trasferte

di Giulia Abbate - 8 Luglio 2020

I numeri di Torino-Brescia / L’ultima vittoria dei granata è arrivata tra le mura del Grande Torino, le Rondinelle hanno vinto 3 sfide lontano da casa

E’ stato proprio il Grande Torino il teatro dell’ultima vittoria della formazione di Moreno Longo in campionato: era lo scorso 23 giugno e davanti c’era l’Udinese. Questa sera, dopo tre sconfitte consecutive tra cui il derby, i granata torneranno sul terreno di casa (bilancio di 5 vittorie, 3 pareggi e 7 sconfitte) per affrontare il Brescia. Uno scontro diretto da vincere a tutti i costi, senza alibi e soprattutto senza calcoli se si vuole recuperare terreno in classifica in ottica salvezza. Davanti, i granata avranno le Rondinelle che lontano dal Rigamonti hanno collezionato appena 3 vittorie e 2 pareggi contro ben 10 sconfitte che fanno delle trasferte un vero e proprio tabù. Tuttavia, la formazione di Lopez ha dalla sua parte le statistiche che riguardano la storia recente: le ultime due sfide disputate al Grande Torino in Serie A (l’ultimo incontro in ordine di tempo risale invece alla Serie B 2011/12 chiuso sullo 0-0), infatti, sono terminate entrambe a favore delle Rondinelle con i granata che hanno incassato 5 reti. Due sconfitte che interrompono la striscia positiva di 12 successi e 3 pareggi nei quali il Toro aveva mantenuto per ben 11 volte la porta inviolata. Ma vediamo i numeri e le statistiche con le quali le due formazioni si avvicinano all’incontro di questa sera.

Torino-Brescia, le statistiche

Se si guarda alla storia, Torino e Brescia si sono affrontate appena 35 volte in Serie A con un bilancio che pende totalmente a favore dei granata: 21 vittorie, 6 pareggi e 8 sconfitte. E’ però dal 1992 che una sfida tra le due formazioni non termina con un pareggio: da quel momento, infatti, sono arrivati 5 successi per il Toro e 3 per le Rondinelle.

Ancora una volta, il bottino pieno lo fanno i granata che, tuttavia, non possono sorridere molto se si considera che il Brescia è una neopromossa. il Toro, infatti, ha ottenuto solo un successo nelle ultime 6 partite contro squadre neopromosse dopo un filotto precedente di ben 7 vittorie. Inoltre, la squadra di Longo ha perso ben 9 delle 11 gare di campionato: nessuno in Serie A ha fatto peggio nello stesso periodo.

Occhi puntati su Belotti

Tornando alle sfide casalinghe del Torino, questa sera Longo non solo si affiderà a Belotti per trascinare l’attacco granata ma dovrà anche sperare, per il bene dei granata, che il Gallo ritocchi ulteriormente le proprie personali statistiche. E’ proprio l’attaccante, infatti, ad aver segnato 10 reti nelle 13 partite disputate al Grande Torino contro formazioni neopromosse in Serie A. Inoltre, Belotti è riuscito ad andare a segno in tutte le ultime 4 presenze consecutive: meglio di lui, nella storia del Torino, hanno fatto Rizzitelli, che nel 1995 mise il proprio sigillo su 6 match consecutivi, Ferrante, a segno ininterrottamente per 5 sfide nel 2000, e Ciro Immobile che nel 2014 timbrò il cartellino consecutivamente in 6 partite. Tra i granata, però c’è anche Berenguer ad avere una personalissima statistica con il Brescia. E’ proprio contro le Rondinelle, infatti, che ha siglato per l’unica volta più di un gol a partita (la doppietta nel match di andata).

Tra le fila del Brescia, invece, sono Diego Lopez e Bruno Martella ad essere particolarmente legati al Torino. Il tecnico, infatti, ha perso 4 delle 5 sfide disputate in Serie A contro il Torino che diventa la sua bestia nera. Con nessun’altra formazione del massimo campionato, infatti, conta un bottino peggiore. Il difensore, invece, ha siglato proprio contro il Toro il suo unico gol in Serie A: era il 2017 e Martella vestiva la maglia del Crotone.

Andrea Belotti
Andrea Belotti