Blackstone-Rcs, per Cairo prima vittoria: il caso torna in Italia

di Francesco Vittonetto - 26 Aprile 2019

Per i giudici di New York, il procedimento Rcs-Blackstone è fuori dalla giurisdizione della Corte: prima vittoria per la società di Cairo

Urbano Cairo e Rcs si assicurano una prima vittoria nel procedimento giudiziario contro il fondo Blackstone: la Corte Suprema di New York, guidata dal giudice Saliann Scarpulla, ha infatti deciso di lasciare campo libero alla procedura attivata dal gruppo editoriale del presidente del Torino presso l’arbitrato di Milano. Come riporta Il Sole 24 Ore, infatti, da Manhattan hanno ritenuto di non avere giurisdizione sul caso, dal momento che non vi sono documenti che attestino eventuali contatti o accordi avvenuti negli Stati Uniti in merito alla cessione degli immobili di via Solferino a Milano da Rcs al fondo Blackstone, avvenuta nel 2013.

Blackstone-Rcs: il ruolo di Cairo e il ricorso all’arbitrato

Al centro del contendere (come vi abbiamo raccontato su Toro.it nei mesi scorsi), c’è proprio l’operazione con la quale il fondo americano si assicurò la sede storica del Corriere della Sera, strappandola alla casa editrice – della quale allora Cairo era ancora socio di minoranza – in un periodo di grave dissesto economico.

Il patron del club granata contesta a Blackstone di aver tratto vantaggio proprio dalla crisi di Rcs per portare avanti la transazione ad un prezzo di favore (120 milioni di euro). E per rendere invalida l’operazione si era rivolto nel novembre 2018 ad un arbitrato milanese, che si aggiornerà a settembre tenendo da conto la recente pronuncia della Corte Suprema.

La posizione di Blackstone contro Cairo: ecco perché

Dall’altra parte il fondo Blackstone, che contesta a Cairo proprio la richiesta di annullamento della vendita. Questa avrebbe pregiudicato, secondo i legali della società statunitense, la cessione degli immobili all’Allianz Real Estate per 250 milioni di euro. Da qui la richiesta di danni all’imprenditore alessandrino e alla sua Rcs, che sempre secondo Il Sole si assesterebbe ora attorno ai 300 milioni .