Nella sfida di domenica i due attaccanti si incontrano: uno deve ritrovare il ritmo partita, mentre l’altro cercare continuità

Domenica alle ore 12:30 il Torino scenderà in campo, allo Stadio Renato Dall’Ara di Bologna, per affrontare la squadra allenata da Thiago Motta. I rossoblù sono reduci, proprio come il Toro, da tre vittorie consecutive tra campionato e coppa. Oltre a questo possono contare sul rientro del loro attaccante titolare: l’austriaco Marko Arnautovic. Dopo aver saltato in campionato i match contro Napoli (problema alla schiena) e Monza (gastroenterite), il numero 9 è pronto a caricarsi la squadra sulle spalle. Dall’altra parte però, trovera un Pietro Pellegri voglioso di fare bene, e di dare continuità alle sue ultime tre ottime prestazioni.

Pellegri alla ricerca della forma migliore

Complice l’infortunio di Antonio Sanabria, Pellegri sta decisamente cogliendo l’occasione, e può per la prima volta, dopo anni decisamente bui per lui, trovare la continuità tanto voluta anche da Juric. Non è infatti mai successo, nella sua carriera, di disputare quattro partite di fila da titolare: contro il Bologna per lui sarà una vera e propria rinascita definitiva. Dodici partite per ora giocate, coronate da tre gol, un assist e due cartellini gialli.

Arnautovic capocannoniere: è una certezza

La punta centrale del Bologna invece, a parte gli infortuni, sta facendo un grande campionato, ed è capocannoniere della competizione con sette reti messe a segno. Senza di lui la squadra fa fatica a trovare soluzioni offensive, e il ritorno in campo proprio contro il Torino non è di certo un’ottima notizia per i granata. Schuurs avrà molto lavoro da fare: il suo compito sarà quello di annullare il classe 1989.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 06-11-2022


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
giorgione
giorgione
26 giorni fa

Impietoso confronto

pennina
pennina
27 giorni fa

l’ho già detto: avessi due bruscolini da investire farei all in su arnautovic…

Bologna-Torino, i lettori vorrebbero vedere Rodriguez in campo al posto di Buongiorno

Pellegri si ferma ancora sul più bello: è già la terza volta quest’anno