Berenguer, che personalità! Non è più un "giocatore da trasferta" - Toro.it

Berenguer, che personalità! Non è più un “giocatore da trasferta”

di Andrea Piva - 10 Gennaio 2020

Mazzarri a Verona aveva spiegato che Berenguer pativa la troppa pressione nelle gare casalinghe, ma con il Genoa si è concesso anche il cucchiaio

Ci vogliano personalità, freddezza e anche un pizzico di follia per prendersi la responsabilità di fare un cucchiaio al momento del rigore decisiva. Ma ci vuole anche fiducia nei propri mezzi, quella che in Alejandro Berenguer da qualche settimana sembra stia aumentando di partita in partita. “Perché gioca meglio in trasferta? Forse perché sente troppo la pressione in casa” aveva spiegato dopo il 3-3 di Verona Walter Mazzarri parlando proprio dell’esterno spagnolo. Vedendolo ieri contro il Genoa, da quella conferenza stampa sembra passata un’eternità.

Torino-Genoa: per Berenguer assist e rigore decisivo

Contro il Genoa Berenguer è stato tra i migliori in campo: giocando tra le linee ha creato problemi alla retroguardia avversaria per tutta la partita, con i suoi inserimenti e i suoi dribbling è stato una costante spina nel fianco per gli avversari, che spesso hanno dovuto ricorrere alle maniere forti per fermarlo (anche se non sempre sono stati sanzionati). E non importa se qualche giocata non gli è riuscita, perché ha saputo portare fantasia e costruire gioco come nessun altro dei suoi compagni ha fatto. Non è un caso che sia stato lui a fornire l’assist a Lorenzo De Silvestri e, soprattutto, che si sia assunto la responsabilità di calciare l’ultimo rigore.

Lo spagnolo sta crescendo

Berenguer sta crescendo a livello di carattere e personalità, questo lo sto portando a essere più decisivo e incisivo anche in campo. Come appunto avvenuto nelle ultime settimane. Non deve fermarsi ora, ma deve proseguire su questa strada: solo così potrà essere sempre più un giocatore importante per il Torino e non solo un calciatore “da trasferta”.

15 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
DHEA
DHEA
7 mesi fa

Berenguer ieri molto positivo,uno dei migliori(ci voleva poco…)
Dire che non ha mai messo il compagno in porta o che nn ha mai saltato l’uomo è una grossa amenità(forse nn si è vista la partita).
Non lo vedo come trequartista ma più come esterno.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
7 mesi fa
Reply to  DHEA

d’accordo su tutto. anche e soprattutto sulla ziona del campo dove rende di piu

ElRubio (Paolo)
ElRubio (Paolo)
7 mesi fa

Purtroppo quando rientrerà Falque il buon Berenguer si accomoderà in panca per dare spazio a Verdi che merita solo la panchina per quanto visto

Rob 62
Rob 62
7 mesi fa

Io lo sempre considerato un mezzo giocatore in tutti i sensi ma devo ammettere che ultimamente a differenza di altri fantasmi vedi zaza,meite,verdi l’impegno lo sta mettendo.E’ l’unico insieme a Belotti che crea qualcosa.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
7 mesi fa
Reply to  Rob 62

non un campione, chiaro, ma qualcos a di buono spesso locombina. vero.