Il difensore del Torino Alessandro Buongiorno e Willie Peyote sono intervenuti a Casa Tennis ATP Finals 2022

Il difensore del Torino Alessandro Buongiorno e il cantautore, nonché tifoso granata, Willie Peyote, sono stati ospiti quest’oggi a Casa Tennis ATP Finale 2022. Per i due è stata l’occasione anche di parlare del Toro. “Da torinese ho tutto la famiglia granata, essere arrivato a questo traguardo è stato straemozionante. Per me è un’emozione ogni volta che scendo in campo con la maglia del Torino e anche che indosso la fascia da capitano. La prima volta che l’ho indossata da titolare non me l’aspettavo. L’avevo indossata qualche volte a partita in corso ma è stata una bellissima cosa quando sono rientrato dal riscaldamento e ho visto la fascia da capitano nello spogliatoio” ha dichiarato il difensore granata.

Buongiorno: “Spero di restare qui il più a lungo possibile”

Buongiorno ha parlato anche del suo esordio con Mazzarri: “L’esordio è stato emozionante ma è stato condito anche da una parte amara perché mi infortunai. Durò sei minuti il mio esordio: è stato insieme il giorno più bello e più brutto della mia vita. Un vero e proprio momento di svolta della mia carriera non c’è stato, quando c’era Giampaolo allenatore c’è stato però uno scatto mentale. Tornavo da un prestito ed all’inizio non giocavo, pian piano Giampaolo mi ha messo dentro e da lì c’è stato un clic, mi sono detto che dovevo tirare fuori la personalità perché non avevo niente da perdere. Poi da lì ho iniziato a giocare”.

Buongiorno non vede solo il suo presente a tinte granata ma anche il suo futuro: “Devo tantissimo al Toro e devo cercare di restituire quello che mi ha dato e quello che mi darà. Spero di rimanere il più a lungo possibile qui e finché resterò darò sempre il 110%”.

Willie Peyote: “Se Cairo mi dovesse chiedere di fare un inno sul Toro lo farò, ma…”

“Il mio esordio è stato invece alle superiori, i primi concerti sono stati alle feste di fino anno” ha invece raccontato l’altro ospite dell’evento, Willie Peyote, che è poi tornato sull’ultimo Roma-Torino e ha parlato del tanto discusso rigore di Belotti: “Io non ce l’ho con Belotti. Fino al rigore non ce l’avevo con lui, ci sta che uno voglia provare delle esperienze diverse, anche se mi sarei aspettato un saluto da parte sua, all’ultima partita dello scorso campionato ero andato allo stadio proprio per quello. Non ho però capito perché domenica abbia voluto battere a tutti i costi il rigore, che poi sbagliandolo lo avrebbero odiato anche i tifosi della Roma. Mi sembra si sia scavato la fossa da solo, forse in questo periodo non è ben consigliato”.

A Willie Peyote è stato anche chiesto se abbia pensato a scrivere un inno per il Toro: “Mi occupo solo di fare il tifoso. Ho fatto una canzone su una su una visione alternativa del calcio che secondo me il Toro è. Se Cairo mi dovesse chiedere di fare un inno per il Torino lo farò, ma tanto non me lo chiederà”.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 16-11-2022


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
T
T
17 giorni fa

La personalità gliel’ha tirata fuori Giampy?? Il maestro?

Amichevole pre-mondiale: Arabia Saudita 0-1 Croazia: Vlasic titolare

Torino-Vagnati, dai pieni poteri alla lite con Juric: tutte le tappe che hanno portato al rinnovo