Alessandro Buongiorno si è raccontato ai microfoni di Dazn: “Siamo gli eredi di Superga, viviamo ogni giorno questa responsabilità”

Veste la maglia granata da quando era un bambino ora Alessandro Buongiorno è il vice-capitano del Torino e, settimana dopo settimana, sta diventando un giocatore sempre più importante della squadra granata. Il difensore si è ora raccontato ai microfoni di Dazn: “Andavo al Grande Torino da piccolo, da casa mia impiegavo in 5-10 minuti ci arrivavo. Facevo il raccattapalle, sognando di giocarci dentro un giorno. Fortunatamente ce l’ho fatta e sono felice”.

Buongiorno: “Il derby è una cosa unica per tutti noi”

Buongiorno conosce bene il Torino e la sua storia, sa cosa significa vestire la maglia granata: “Siamo gli eredi della tragedia di Superga, sentiamo e viviamo ogni giorno la responsabilità di ciò. Il derby è difficile da spiegare e da raccontare: è una cosa che tutti noi, tifosi e giocatori, sentiamo dentro. Il Toro affila le corna e cerca di incornare la zebra. Ricordo ancora lo scontro con Ronaldo, in un paio di occasioni riuscii ad anticiparlo e a rubargli la palla: è stata ed è una grande soddisfazione”.

Alessandro Buongiorno
Alessandro Buongiorno
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 02-11-2022


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
eugenio morosini
eugenio morosini
29 giorni fa

Torinese e torinista, Buongiorno è un ragazzo semplicemente maturo in quanto si rivela un professionista assolutamente applicato sia durante le sessioni di allenamento sia nelle partite ufficiali.. A questo proposito egli dimostra di essere assolutamente degno dei gradi di Capitano che recentemente ha indossato. La concorrenza dell’esperto Rodriguez e dell’emergente… Leggi il resto »

Scimmionelli
Scimmionelli
29 giorni fa

Torinista… che brutto termine. Ricorda romanista, milanista, interista, gasista, basista, apripista e quant’altro. Lo introdusse Sandro Ciotti e non ha nulla a che vedere con la nostra tradizione Torinese, dell’unica squadra di Torino, e Granata.

granatadellabassa
granatadellabassa
1 mese fa

La cosa che non mi spiego è perché nei derby siamo spesso molli. In questi anni abbiamo battuto romane e milanesi ma mai i gobbi. Perché?

Scimmionelli
Scimmionelli
1 mese fa

Se penso ad episodi come l’espulsione di acquah e la punizione all’ultimo secondo per il gol di pirla si spiega benissimo

T
T
29 giorni fa

Si spiega nella frase che ha detto: “in un paio di occasioni riuscii ad anticiparlo e a rubargli la palla: è stata ed è una grande soddisfazione”. Se ci si esalta così, difficile sperare che sentano la necessità addirittura di vincere. È la mentalità che porta a sentirsi appagati se… Leggi il resto »

guidone
guidone
1 mese fa

almeno sei nato e cresciuto nel Toro,un pò di vero granata devi averlo dentro,e perciò ti rispetto.

Andreas
Andreas
1 mese fa
Reply to  guidone

eh si! Casi più unici che rari ad oggi. Sarebbero da “riconoscere/proteggere” meglio. Vista la sua esperienza può “portare” il Toro a compagni più vecchi di lui

Torino, Schuurs è il nuovo leader indiscusso della difesa

Singo supera la prova: Juric ora ha un’arma in più