All’interno del pareggio tra Napoli e Torino a mettersi in mostra sono stati Buongiorno e Osimhen, protagonisti di un super duello

È stata una sfida affascinante quella tra Napoli e Torino, sotto tanti punti di vista. In primis per le occasioni create da entrambe le squadre, nonostante i padroni di casa abbiano avuto più volte la possibilità di andare in vantaggio nel secondo tempo; poi per le giocate individuali, con Kvaratskhelia e Zapata che hanno fatto da portabandiera, e infine per i tanti duelli visti in campo. Tra questi, quello che è spiccato maggiormente è stato con certezza il duello tra Buongiorno e Osimhen. Era la quarta volta che i due si sfidavano, la prima uomo contro uomo, e i due hanno regalato parecchio spettacolo. Sin da subito nessuno si è risparmiato, e questo è dimostrato anche dai due cartellini gialli: quello al nigeriano per una brutta gomitata al numero 4, ai limiti dell’espulsione; l’ammonizione di Bongio, invece, per aver fermato l’attaccante involato verso la porta. Una sfida nella sfida a tutti gli effetti.

I numeri della sfida

Anche i numeri della partita evidenziano come non ci sia stato un vincitore vero e proprio nel duello. Innanzitutto a rappresentarlo è il fatto che Osimhen non sia praticamente mai riuscito a calciare con libertà verso la porta difesa da Milinkovic-Savic, a causa della marcatura molto efficace del vice capitano granata. Dopodiché, a parlare sono anche i 4 falli fatti da entrambi (spiccano ovviamente quelli del napoletano, essendo un centravanti) e i 3 subiti.

Buongiorno sempre più maturo

Quello che questa partita si trascina con sé non può che essere il completamento del percorso di maturazione di Buongiorno. Il difensore dopo i recenti problemi alla spalla è rientrato con totale sicurezza, e con nonchalance è riuscito a fermare il miglior attaccante della scorsa Serie A, il quale forse solo nella sfida precedente contro la Juventus era apparso così in difficoltà. A tutti gli effetti in questo momento il difensore granata è un giocatore di livello internazionale, e le sue prestazioni recenti lo proiettano quasi con certezza a una maglia da titolare per l’Europeo.

Alessandro Buongiorno
Alessandro Buongiorno
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 09-03-2024


10 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ale_maroon79
1 mese fa

Sarà una questione di bravura a difendere o anche solo di carisma, ma con Buongiorno in campo il Toro ha palesemente una marcia in più.
Basta guardare i risultati ottenuti con lui in campo e quelli senza.

Claccone
Claccone
1 mese fa
Reply to  ale_maroon79

Infatti, è stata veramente una sfortuna non averlo soprattutto con Lazio e Roma…
Credo che sarebbe andata in modo diverso, pazienza…
SFT

tric
1 mese fa

Comunque il migliore in campo è stato il georgiano (non il nostro) che nel secondo tempo sembrava assatanato. Grande la nostra difesa. Davanti non ci siamo. Su Pellegri ho già detto e Zapata all’ala è controproducente. Vorrei tanto vedere Okereke, ma forse non ha le conoscenze giuste…

Claccone
Claccone
1 mese fa

Curiosità, qualcuno sa il motivo per il quale ha sempre la mano sinistra fasciata…?!
SFT

angelo62
1 mese fa
Reply to  Claccone

come Pupi

Claccone
Claccone
1 mese fa
Reply to  angelo62

Questa di Pulici non me la ricordo, eppure allora ne ho viste diverse di partite…
SFT

Sanabria, dal Napoli a Napoli: ritorno al gol con esultanza polemica

Milinkovic-Savic di nuovo decisivo contro il Napoli: ora serve continuità