Cagliari-Torino 2019/2020, numeri e statistiche della partita

Cagliari, in casa il Toro è un tabù. Granata a caccia della vittoria esterna

di Giulia Abbate - 27 Giugno 2020

I numeri di Cagliari-Torino / I granata sono reduci da 4 sconfitte esterne e devono invertire la rotta. I sardi non vincono in casa dal 2013-2014

Questa sera sarà Cagliari-Torino. I granata di Longo sono reduci dalla prima vittoria della nuova gestione tecnica con l’Udinese che, insieme al pareggio con il Parma, non ha solo portato punti importanti nelle casse del Toro ma anche dato vita ad una piccola scia positiva a cui Belotti e compagni sono chiamati a dare seguito per raggiungere il prima possibile la quota salvezza. Dall’altro lato, il Cagliari è in una posizione di classifica che gli consente di puntare alle squadre che lo precedono. Soprattutto considerando che il 7° posto, valevole per i preliminari di Europa League, dista appena 4 lunghezze. Situazioni e motivazioni diverse, dunque, quelle nelle quali si troveranno a giocare Torino e Cagliari, confermate anche dai numeri.

Cagliari-Torino, le statistiche: il rendimento tra casa e trasferta

Partiamo, come di consueto, dal rendimento casalingo e in trasferta delle due formazioni. I sardi, su 13 partite disputate tra le mura amiche, hanno ottenuto 5 vittorie, due pareggi e 6 sconfitte mentre i granata, lontano dal Grande Torino sono riusciti a racimolare 4 vittorie, 1 pareggio e 8 sconfitte. A impensierire i granata, però, è soprattutto la tendenza delle ultime sfide esterne nelle quali ha colto 4 sconfitte consecutive. La peggior scia in trasferta dal 2009, quando le sconfitte furono addirittura 7.

D’altro lato, tuttavia, contro il Cagliari i dati sono tutt’altro che negativi. Nelle ultime 4 sfide disputate in Sardegna, infatti, i granata hanno raccolto per ben 3 volte i 3 a cui si aggiunge un pareggio. L’ultima vittoria del Cagliari in casa, invece, risale al campionato 2013-2014 quando i sardi riuscirono a strappare il successo con una doppietta di Conti al quale rispose il solo Immobile. Infine, va evidenziato come i sardi non siano mai andati a segno nelle ultime due sfide interne contro il Torino: un dato che manca dalla fine degli anni ’70 quando la striscia di sfide casalinghe senza gol contro i granata arrivò a quota 3 match.

Cagliari-Torino, i protagonisti

Come spesso accade, le statistiche non riguardano solo le formazioni nel loro complesso ma anche i singoli protagonisti. E anche in questo caso non mancano i giocatori su cui accendere i riflettori. Sulla sponda granata, l’osservato speciale sarebbe stato certamente Simone Zaza che ha proprio nel Cagliari la sua vittima preferita. Cinque gol in sette sfide il punteggio totalizzato dall’attaccante: un punteggio che Simone non potrà però ritoccare visto l’infortunio muscolare in cui è incappato e che gli impedirà di essere presente in terra sarda.

Sulla sponda sarda, invece, il primo nome è quello di Walter Zenga che su 4 sfide da allenatore in Serie A contro il Torino ha totalizzato appena un successo contro 3 sconfitte. In campo, invece, il Torino dovrà fare particolare attenzione a Joao Pedro, arrivato in doppia cifra: 16 reti totali di cui 10 messe a segno tra le mura amiche. Infine, una piccola menzione spetta anche al centrocampista Nahitan Nandez che ha segnato proprio contro il Torino il suo unico gol in Serie A.

Simone Zaza e Andrea Belotti