Cairo: “Belotti un punto fermo. L’obiettivo è trattenere i più motivati”

di Redazione - 7 Maggio 2018

Il presidente Cairo è intervenuto in radio per parlare della situazione attuale del Torino e del futuro, visto che il mercato è alle porte

Il giorno dopo la sfida del San Paolo contro il Napoli, il presidente del Torino, Urbano Cairo, è intervenuto a Radio Anch’io Sport su Radio Rai Uno. Sul pareggio, che ha “aiutato” la Juventus ad avvicinarsi allo scudetto, ormai praticamente vinto, il patron ha detto: “Spintarella alla Juventus? Ieri era un epilogo già scontato. Il Napoli non avrebbe avuto grandi chance neanche battendo il Toro. Lo scudetto lo ha perso prima. Ieri ho visto un buon Torino che ha preso le misure dopo un primo tempo di difficoltà”, ha detto il presidente. Ancora sulla prestazione:“Hanno giocato in modo ottimo, alla fine avremmo potuto vincere visto il rigore che non ci hanno fischiato all’ultimo”. Poi sull’Europa: “Quest’anno è andata non come avremmo voluto. Il rimpianto è peggiore ora vedendo che con 62 punti potresti andare in Europa. Abbiamo buttato via almeno 10 punti in campionato, in partite non impossibili. Abbiamo lasciato al Verona addirittura 5 punti.

Cairo: “Mazzarri ci darà le indicazioni di mercato”

Urbano Cairo ha anche parlato di futuro e di mercato: “Adesso dobbiamo pensare al futuro e a fare una squadra che sia all’altezza con Mazzarri che ha dimostrato di aver messo in campo un’ottima squadra e ci darà le giuste indicazioni di mercato su chi cedere e chi prendere. Secondo me quest’anno il denaro l’abbiamo messo. Visti i nostri acquisti, abbiamo speso circa 45 milioni, non poco. E’ mancato un inizio che pensavamo diverso, come lo immaginava anche Mihajlovic. Abbiamo buttato punti sia col serbo che con Mazzarri che però ha l’alibi di essere entrato in corsa. Gli investimenti li abbiamo fatti, anche se non hanno reso come avremmo voluto. La prossima estate avremo Mazzarri fin dall’inizio.

Cairo sul mercato del Toro: “Tratteniamo i motivati”

Poi, sull’eventuale rivoluzione della rosa: “Noi abbiamo bisogno di qualche innesto, vedendo anche con il mister quali sono le sue idee relativamente a chi può essere ceduto e chi invece è incedibile. Ripartiamo da Mazzarri e Belotti, ma non solo da loro. Ripartiamo anche da altri calciatori e l’obiettivo è trattenere i migliori e coloro che sono più motivati a restare. Avere giocatori motivati, anche se meno bravi di altri, significa tantissimo. Ogni volta che tieni un giocatore controvoglia, l’anno dopo non rende al massimo. Quindi valuteremo anche tutte le motivazioni del caso”. 

“Benassi è un buonissimo giocatore che però non rientrava nell’idea di formazione di Mihajlovic. Anche lui voleva lasciare il Toro. E’ stata una cessione obbligata. Belotti ha avuto un campionato in cui ha perso 3 mesi e mezzo per infortunio, siamo stati sfortunati”. Sullo strapotere della Juventus: “Mi pare che il campionato sia stato molto bello, combattuto e competitivo. La Juventus stava perdendo 2-1 a Milano a pochi minuti dal fischio finale, è stato l’episodio chiave.  Poi sulla scelta del Toro, nel 2005: “Come mai mi sono lanciato nel calcio? Perché è una grande passione. Avevo la mamma che era una grandissima tifosa del Toro e mi ha spinto ad acquistarlo quando era a un passo dal fallimento. Il calcio è un mondo bello che può essere migliorato molto, tutti insieme”.

più nuovi più vecchi
Notificami
Alberto Fava
Utente
Alberto Fava

@GranataDentro 🤣
Anche qui ti sei beccato il “pollicione record” , complimenti, sei un mito.
Un esemplare in via di estinzione : il “ cairota doc”!
Ciao e salutami il tuo capo

Alberto Fava
Utente
Alberto Fava

Leggo i vari commenti ( non considero i più ed i meno, per me sono cose da bambini). Se tanto mi da tanto, sia qui, che su TN, che quello che sento in giro dai Fratelli che conosco e frequento, cairo è alla frutta. Anzi al digestivo, nel senso che… Leggi il resto »

GranataDentro
Utente
GranataDentro

questo concetto che cairo è alla frutta, che su questo sito e altrove non se lo filano piu, l’hai gia esposto almeno 15 volte. cos’è un mantra? Un’auto-ipnosi? Devi autoconvincerti? Speriamo tu ci riesca alla svelta, così magari cambi disco e dici cose nuove e più interessanti.

Alberto Fava
Utente
Alberto Fava

@GranataDentro A dire il vero, dovresti rivolgerti al plurale, questo mantra è ormai patrimonio comune a tanti, la maggioranza dei Tifosi del Toro direi ( a meno che tu non te ne sia ancora accorto…..capita). Quanto all’autoconvincimento, mi piace questa tua ipotesi, somiglia un po’ a quella del bue che… Leggi il resto »

GranataDentro
Utente
GranataDentro

” patrimonio comune a tanti, la maggioranza dei Tifosi ” ahaha nopn ce la fai proprio. hai bisogno del supporto della claque . Tranquillo nessuno ti fa nulla. stai sereno

Alberto Fava
Utente
Alberto Fava

No, evinco che non te ne sei accorto, capita non è così grave.
Se hai problemi a leggere, posso consigliarti un’ottico bravo dalle parti del Grande Torino…. ed economico ..😂

Roberto (RDS 63)
Utente
Roberto (RDS 63)

@GranitaDentro, Si vede che Cairo ti sta sulle “costole”…

carlo (Tifoso del Toro, quello che si chiamava Toro: non l'ex Toro di oggi, inneggiato dalla Redazione di poliestere di Agnelli & Cairo)
Utente
carlo (Tifoso del Toro, quello che si chiamava Toro: non l'ex Toro di oggi, inneggiato dalla Redazione di poliestere di Agnelli & Cairo)

Dobbiamo solo ringraziare che Balotelli vuole troppi soldi, altrimenti lo avremmo preso. Questo è il Toro oggi. Non si dice che non è da Toro, si dice solo che prende troppo. ok!