Il tecnico granata: “Baselli, Obi, Acquah e Benassi hanno caratteristiche diverse, ma sono allo stesso livello”, fatica il gioco in verticale

Sinisa Mihajlovic ha ancora poco meno di dieci giorni di tempo per vedersi soddisfatto sul mercato. “La società sa cosa serve“, continua a ripetere, e se la questione portiere verrà analizzata in settimana, il tecnico serbo continua ad aspettare il rinforzo a centrocampo richiesto: un regista che potrà alternarsi a Vives e Tachtsidis (è arrivato tardi, voluto fortemente da Petrachi, ma non è ancora preso in particolare considerazione) e che possa permettere a Lukic e Gustafson di inserirsi con calma. Ma al di là del metodista, il tecnico ha voluto ieri analizzare le mezzali a disposizione: giocatori con caratteristiche diverse, che possono dare il loro apporto alla causa granata se usati nel migliore dei modi.

La scelta di Mihajlovic, ieri, è stata chiara: subito un centrocampo più fisico e meno qualitativo con Obi e Acquah, per poi dare spazio nel secondo tempo alle giocate di Baselli e Benassi, quest’ultimo poi non impiegato a causa dell’infortunio di Ljajic che ha complicato i piani. Quattro mezzali dalle caratteristiche differenti, ma bene o male allo stesso livello, secondo Mihajlovic, che ha voluto motivare la scelta: “A ritmi più blandi, la qualità emerge meglio“; cosa che in parte è avvenuta, e in parte no.

La linea mediana, ieri, è apparsa in effetti ancora fortemente deficitaria: spesso il filtro non è stato efficace, in difesa; e nelle azioni offensive non sempre i granata sono riusciti a dare il pallone giusto agli attaccanti. Anche il centrocampo, insomma, necessita di essere rivisto: il mercato sarà necessario (magari riuscendo ad accontentare davvero al massimo l’allenatore), ma poi dovranno subentrare i giusti meccanismi della squadra. E soprattutto le qualità dei singoli: magari non soltanto nell’ultimo quarto d’ora di gara.


69 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
tirrenogranata
tirrenogranata(@tirrenogranata)
5 anni fa

Abbiamo 4 cazzo di registi, e ancora continuiamo a cercarne uno. Lukic e Gustafson sono troppo giovani, Vives non vi va bene, Taxi non è preso in considerazione….. Ma sempre 4 registi di minchia abbiamo e ancora il centrocampo non va bene. Arriva stò fenomeno della panchina e scopro che… Leggi il resto »

blablabla
blablabla(@blablabla)
5 anni fa

Io penso che Obi non sia un giocatore da Toro.
Per quanto mi riguarda la mediana dovrebbe essere Baselli Xxx Benassi (Acquah).
Anche Martinez non mi ha convinto, meglio puntare su Boye.

granata67
granata67(@granata67)
5 anni fa

Su Obi ripeto quello già scritto tre giorni fa, quando affronta l’ avversario non temporeggia mai, lo punta direttamente o fa fallo ( rigore di ieri ) o viene saltato come un birillo e questo denota completa incapacità tattica.

Castan suona la carica: “Toro, non mollerò mai”

Mihajlovic studia Baselli: è la qualità che serve al nuovo Toro