Classe ’95, l’esterno in forza alla Salernitana vanta diverse esperienze nel calcio italiano e doti tecniche interessanti

Fame e gavetta: due termini che non possono mancare quando si nomina Pasquale Mazzocchi. Una storia difficile quella dell’esterno difensivo classe ’95 in forza alla Salernitana ma nato e cresciuto in un quartiere difficile di Napoli. A guidarlo dentro e fuori dal campo, la voglia di emergere e di raggiungere il suo sogno più grande: fare del calcio il suo mestiere. La perseveranza a volte ripaga e lui è l’esempio lampante. Ecco chi è l’esterno che gioca sotto la guida i Davide Nicola. Tutto ha inizio nel quartiere Barra, di Napoli, dove Mazzocchi nasce e cresce. A dodici anni inizia a lavorare come fruttivendolo per guadagnare qualche soldo, senza mettere da parte il suo sogno.

Dagli inizi al Benevento alla chiamata di Mancini

Il primo step lo vede indossare la maglia del Benevento nelle giovanili. Nel 2012 arriva la prima avventura lontana dalla sua terra a Verona, dov einizia a farsi notare. Dopo una serie di prestiti in club minori dell’Emilia-Romagna, arriva il primo salto di qualità con il Parma nel 2016. Con i gialloblù si rende protagonista della cavalcata dalla Serie D alla A, record nel calcio italiano. Nonostante le uqlità espresse, non viene confermato e passa al Perugia, dove rimane due anni. La svolta arriva alla corte di Paolo Zanetti al Venezia nel 2020, che gli fa finalmente raggiungere la tanto ambita Serie A. 60 presenze e 1 rete dopo, nell’estate 2022 l’approdo alla Salernitana da Davide Nicola, per cui ha già segnato 2 gol in 27 presenze. Con esso anche la convocazione in Nazionale per la Nations League.

Mazzocchi, verstilità e qualità in fascia

Una favola diventata realtà quella di Mazzocchi, che fa ancora sognare, cosa difficile nel calcio moderno. Nato come ala offensiva, è stato arretrato nel tempo fino a passare al ruolo di terzino. Grazie alla sua versatilità, può essere schierato su entrambe le fasce per portare palla in avanti. Difesa o centrocmapo, è il gicoatore ideale quando si sceglie di giocare a 5 dietro. Nicola preferisce inserirlo a centrocampo, facendogli spesso cambiare fronte di gioco per sfruttarne a pieno le potenzialità. Resta un profilo dotato di caratteristiche tecniche interessanti.

Pasquale Mazzocchi, Salernitana
Pasquale Mazzocchi, Salernitana
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 04-12-2022


6 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
odix77
odix77
1 mese fa

ma non arriva da un infortunio serio?

Scimmionelli
Scimmionelli
1 mese fa

“la crinostoria di un giocatore dovrebbe essere fatta quando viene preso e non quando é solo un interessamento….” E chi ti dice che ci sia un interessamento? Con il campionato fermo, il mercato ancora chiuso e senza l’Italia ai mondiali i pennivendoli sono in crisi di notizie vere e, poverettti,… Leggi il resto »

forzapupi
forzapupi
1 mese fa

in ogni caso la cronostoria di un giocatore dovrebbe essere fatta quando viene preso e non quando é solo un interessamento….

Rodriguez: ”Sto così bene grazie a Juric”

Milinkovic-Savic, amarezza Mondiale: poche colpe sui gol ma difesa da incubo