L’ala francese arriva a titolo definitivo per un anno. Nel suo percorso l’Inter e le esperienze con Caen, Bordeaux, Parma e Turchia

Il Torino ha chiuso il suo mercato estivo con l’acquisto di Yann Karamoh dal Parma. Non arriverà così Dennis Praet, il giocatore di cui più si è parlato in ottica Torino in questi ultimi giorni di sessione. Vista l’impossibilità di convincere il Leicester al lasciare partire il belga, i granata hanno dovuto ripiegare sull’ex prospetto dell’Inter, che arriva a titolo definitivo. Contratto annuale per Karamoh, con opzione a fine stagione per un biennale. Andiamo allora a scoprire di che giocatore si tratta e quale percorso ha affrontato prima di accasarsi alla corte di Ivan Juric.

All’Inter solo il gol al Bologna

Yann Karamoh nasce nel 1998 ad Abidjan, Costa d’Avorio. Si trasferisce però subito in Francia, nella regione di Parigi. La sua prima squadra è il Racing Colombes 92, piccola società parigina. Nel 2011, all’età di 13 anni, approda nelle giovanili del Caen, con cui debutta da professionista nel 2015. Nella stagione 2016-2017 è già un giocatore che fa la differenza ottimo, inanellando 5 reti e 4 assist in 35 presenze e guadagnando le prime convocazioni in Under 21 francese. Molti i paragoni con giocatori del panorama francese come Ousmane Dembele, ma anche l’ex granata Mbaye Niang, in cui in una vecchia intervista aveva confessato di ispirarsi. Nel 2017 l’Inter e il direttore Walter Sabatini decidono di puntare su di lui. Le cose però non andranno come previsto e collezionerà soltanto 18 gettoni. Di lui in nerazzurro rimane la conclusione da fuori area vincente utile ai suoi per sconfiggere il Bologna, in un momento in cui i risultati premevano l’Inter nella rincorsa alla Champions League.

La cessione al Parma, l’esperienza in Turchia

Dopo una sola stagione viene infatti ceduto in prestito al Bordeaux, trovando spazio tra Ligue 1 e Europa League, nonostante per un periodo venga messo fuori rosa a causa di comportamenti ritenuti dalla società come poco appropriati. Girato poi al Parma si rompe il legamento collaterale laterale. Nonostante ciò, i ducali lo acquistano a titolo definitivo per 8 milioni di euro. La stagione, che non poté neanche completare per via di un infortunio alla caviglia nelle ultime giornate, finisce con la retrocessione del Parma in Serie B. Karamoh decide di non affrontare la stagione di purgatorio e viene spedito in prestito in Turchia, al Karagumruk dell’allenatore italiano Francesco Farioli, dove ritrova continuità nel minutaggio e segna quattro reti. Adesso è pronto per vivere una nuova sfida in Serie A, al Toro e invertire una rotta fin qui poco incline alle aspettative inziali.

Karamoh, le caratteristiche tecniche

Karamoh è un’ala sinistra, adattabile ad ala destra e punta centrale. Si tratta di un profilo molto rapido e di buona tecnica di base. La sua principale caratteristica è quella di saltare l’uomo in accelerazione, ma è anche abile nel gioco spalle alla porta da riferimento offensivo. Gli infortuni lo hanno un po’ limitato, ma si tratta di un giocatore che se entra in condizione fisica può ancora essere funzionale al gioco di Juric.

Yann Karamoh
Yann Karamoh
TAG:
evidenza home

ultimo aggiornamento: 02-09-2022


41 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Scimmionelli
Scimmionelli
1 mese fa

E si mormora che abbia una terza gamba gigante che usa per fare strillare durante l’impalazione gli zerotreini che criticano i giocatori prima di vederli giocare.

granatadellabassa
granatadellabassa
1 mese fa

Comunque vedendo qualche video dei tempi del Parma mi ha fatto una buona impressione. Ha dribbling e corsa. Se torna a quei livelli, abbiamo fatto un bel colpo. Costato solo un milione.

granatadellabassa
granatadellabassa
1 mese fa

Lo ha richiesto Juric, quindi ben venga.

Ricci ko, Pobega e Mandragora non sostituiti: a centrocampo è già allarme rosso

Vagnati: “Volevo riprendere Praet, Brekalo voleva tornare. Il mio futuro? Vorrei restare al Toro”