In conferenza stampa il portavoce della cordata Taurinorum, Enea Benedetto, ha svelato il progetto della cordata e parlato dell’offerta di acquisto

Il Comitato Taurinorum ha tenuto oggi una conferenza stampa in via telematica a causa dell’emergenza Coronavirus e in considerazione degli ultimi DPCM. A parlare è stato Enea Benedetto, portavoce del Comitato, uscito allo scoperto ormai da diversi mesi. Queste le sue parole riguardo l’offerta che è stata inviata a Cairo: “Abbiamo formulato un’offerta di 55 milioni che può essere riparametrata. Questa offerta di acquisizione può concretizzarsi in modo molto rapido. L’offerta è stata recapitata all’attuale proprietà tramite PEC ed è stata osservata da tre banche. L’attuale proprietà non ha ancora risposto”. Poi Benedetto ha proseguito – L’offerta ha una validità temporale ristretta. I nomi di chi fa parte della cordata non li facciamo ancora, li faremo dopo. A nostro avviso l’attuale proprietà ha terminato un ciclo, ora bisogna guardare al futuro. Il Toro non può essere schiavo di un progetto che non ha futuro. Per espressa volontà degli imprenditori nostri partner, i nomi li dovremmo fare prima all’attuale proprietà per un atto di rispetto, nel momento che ci sarà dato l’ok dall’attuale proprietà i nomi e la struttura societaria che abbiamo in mente verranno resi pubblici. Possiamo dirvi che abbiamo un team di professionisti, sia nel calcio che nella finanza.

Benedetto: “Gli ex giocatori del Toro in società”

Benedetto ha proseguito dicendo: “La futura società deve avere un governance composta da ex calciatori del Toro. In un futuro prossimo abbiamo deciso di aprire una quota, fino al 20% a una forma di azionariato popolare. Si deve creare un rapporto di massima trasparenza tra società e tifoseria: i tifosi sono il vero valore di un club sportivo. Non dobbiamo più pensare a un padre padrone degli anni ’70 che comanda la società, le grandi società sportive sono capitanate da gruppi finanziari e vengono gestite come aziende. Non pensiamo ora agli investitori ma concentriamoci sul progetto.

Benedetto ha parlato poi di 5 aspetti fondamentali- “I cinque pilastri che portano il Toro verso il futuro sono: gestione societaria sana, in cui nel primo biennio si possa inserire un budget di almeno 150 milioni di euro. Poi un progetto sportivo che integri prima squadra al settore giovanile. Altro pilastro importante è il progetto stadio e il centro sportivo che deve essere parte integrante del Filadelfia e del settore giovanile. Ma anche un museo che deve avere la possibilità di ripetersi in più parti del mondo. Sia il museo che i Granata Store dovranno fruire di partnership internazionali che devono fungere sia da scuole e accademia granata che da museo che da Granata Store. Bisogna internazionalizzare il Toro: in Cina, in Qatar, in Colombia e in Brasile. Questi quattro punti saranno luoghi nei quali espandere il brand Torino, dove si potrà ampliare il bacino di giocatori e tifosi. Tutto quello che è stato detto si fa solo con investimenti in marketing e comunicazione. Inizialmente coinvolgeremo un’agenzia di specializzata in ciò. Il rapporto tra la società è completamente sfilacciato“.

Continua a pagina 2: “Il Robaldo e il futuro di Belotti”

TAG:
evidenza

ultimo aggiornamento: 21-12-2020


139 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
1 mese fa

Tutto bello in teoria, ma per 55 milioni cairo potrebbe giusto vendere la società prendendo il paracadute per la b e vendendo chiunque abbia mercato, Belotti in primis

GK 72
GK 72
1 mese fa

Non sò voi ma io ormai apro i siti che parlano di Toro nella speranza che sia venduto.
Mi spiace ma il Dott. Urbano Cairo ha fallito e ormai ha bruciato tutti i crediti che aveva …

odix77
odix77
1 mese fa
Reply to  GK 72

penso un pò tutti… ma temo non sarà cosi banale

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa
Reply to  GK 72

a parte gli zerotreini odiatori seriali, che hanno necessità di inventarsi persone pro cairo, dove poter scaricare il loro fiume d’odio cristallino, tutti qui possono leggere che siamo sulla stessa lunghezza d’onda
Ma come dice Odix, la soluzione è lontana. Credo.

odix77
odix77
1 mese fa

inutile rimarcare ogni volta che parlano del nulla, tanto come hai detto tu giustamente non hanno alternative, lo devono fare per sfogare le proprie frustrazioni.. è un mese che vanno avanti a continuare con sta storia dei difensori di cairo, io non ne vedo , loro si nel loro cervello… Leggi il resto »

Bartolomeo Pestalozzi
Bartolomeo Pestalozzi
1 mese fa

Secondo me …. guardando il bilancio 2019 si possono notare al volo una differenza tra debiti e crediti totali di circa 35 milioni. Il mercato estivo è sostanzialmente in pareggio (se ci riscattano Ola Aina leggermente positivo …. altrimenti tornerà ad essere un nostro giocatore con valore di mercato più… Leggi il resto »

Infortunio Bonazzoli: ecco l’esito degli esami

Linetty, inizio incoraggiante, poi buio: paga anche lui il momento del Toro