Allenamenti ripresa scontro tra presidenti dei Serie A

Ripresa degli allenamenti, presidenti divisi: si decide oggi

di Giulia Abbate - 20 Marzo 2020

Lotito chiede la ripresa immediata degli allenamenti, le altre 19 società di Serie A vogliono attendere almeno fino al 3 aprile

Quando riprenderà il campionato ma soprattutto quando riprenderanno gli allenamenti? E’ questa una delle domande che saranno al centro dell’attenzione, nella giornata di oggi, della riunione in videoconferenza delle 20 società della Lega di Serie A. E il tema degli allenamenti è indubbiamente quello più scottante e soprattutto quello che maggiormente divide i presidenti, o almeno uno: Lotito. Da un lato, infatti, 19 società di Serie A continuano a rimanere ferme sulla necessità di rimandare il ritorno in campo almeno fino al 3 aprile. Dall’altro la Lazio di Lotito, al contrario, invoca una ripresa dei lavori quanto prima. Il presidente della Lazio aveva già alzato i toni nei giorni passati, accendendo la discussione con Agnelli e tornerà alla ribalta anche nella riunione di oggi. Un nodo che dovrà essere sciolto proprio nella giornata di oggi quando, tra le altre cose, si discuterà anche delle gravi perdite economiche dell’indotto calcio.

Serie A, quando riprenderanno i lavori?

Ma torniamo al tema allenamenti. In attesa di prendere una decisione ufficiale, la Serie A si sta gradatamente muovendo per cercare di stilare un piano che, indicativamente, dovrebbe prevedere il rientro in campo per il 4 di aprile. Data che resta tuttavia piuttosto ottimistica e che potrebbe subire ulteriori slittamenti in relazione alle condizioni sanitarie e alle decisioni del Governo. E, soprattutto, non è la sola cosa da decidere. Una volta dato il permesso di ricominciare i lavori, quali saranno le regole da seguire?

La Serie A sta pensando a due settimane di allenamenti in gruppi ristretti con l’accesso contingentato agli spogliatoi e le esercitazioni tattiche di gruppo rimandate alla seconda metà del mese. Una programmazione, questa, che si basa sull’intenzione di riprendere il campionato il 2/3 maggio prossimo chiudendo la stagione il 28 giugno. Ipotesi che potrebbe vedere un ulteriore slittamento di un paio di settimane con la fine del campionato nel mese di luglio in cui si dovrebbe disputare anche la Coppa Italia.