L’ivoriano contro il Brixen ha giocato nel terzetto titolare e anche contro l’Al Fateh (alle 17) toccherà a lui guidare la difesa: Djidji a caccia di conferma

Nelle due settimane agli ordini di Juric, Koffi Djidji si è messo a disposizione con l’unico obiettivo di dimostrare di poter rientrare in una rosa granata che un anno fa aveva scelto di fare a meno di lui. Nel frattempo la difesa si è rinnovata, ha perso Nkoulou, potrebbe perdere anche Lyanco (il Betis lo tenta, il brasiliano ha manifestato l’intenzione di cambiare aria) ed è in una fase di semi rinnovamento, considerato che si partirà dalla vecchia guardia, con Izzo e Bremer titolarissimi e Buongiorno chiamato a scalare le gerarchie. L’assenza del brasiliano, almeno nella sfida di oggi contro l’Al Fateh (calcio d’inizio alle 17 a Bressanone), lancerà proprio Djidji dal primo minuto, permettendo così al difensore di giocare ancora una volta titolare come accaduto col Brixen. Domenica scorsa l’ivoriano aveva già affiancato Izzo e Buongiorno, andando a sistemarsi al centro della difesa.

Djidji vuole restare al Torino

Sarà chiamato in causa di nuovo da vice Bremer (che ha un problema alla caviglia dopo uno scontro fortuito con Celesia in allenamento proprio domenica mattina): Djidji nelle gerarchie ha superato anche Lyanco e al momento è davanti anche a Rodriguez, appena rientrato e non ancora certo della sua permanenza in granata. Dopo un anno a Crotone ora Djidji vuole di ritagliarsi quello spazio già avuto con Mazzarri: prima deve conquistare la piena fiducia di Juric.

Koffi Djidji
Koffi Djidji
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 27-07-2021


13 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
2 mesi fa

Comunque visto che non trovo più l’articolo su pjaca, abitando a genova ho chiesto ad un mio conoscente genoano com’è, risposta; è uno scarsone panchinaro persino da noi

ardi06
ardi06
2 mesi fa

Per me lui è lyanko andrebbero venduti e presi un possibile titolare ed una giovane ma buona riserva

Andreas
Andreas
2 mesi fa

l’anno scorso non l’ho seguito. L’anno d’oro di Mazzarri sostituì egregiamente il Moro x quasi tutto l’ottimo girone di ritorno. Un caso? Non so. Secondo me, in panca, dietro al ns buon terzetto, ci sta!

Toro, oggi la terza amichevole: alle 17 a Bressanone contro l’Al Fateh

Santa Cristina: l’allenamento mattutino, differenziato per Bremer