Giampaolo e Murru, gli ex di Torino-Cagliari 2020/2021

“Dignità e orgoglio non hanno prezzo”: Giampaolo ritrova il Cagliari

di Giulia Abbate - 16 Ottobre 2020

Gli ex di Torino-Cagliari / Giampaolo ha guidato il Cagliari nella stagione 2006/07. Murru debutta in Serie A proprio con la maglia dei sardi

“Dignità e orgoglio non hanno prezzo”: con queste parole Marco Giampaolo aveva chiuso, nel lontano 2007, la sua parentesi sulla panchina del Cagliari. E proprio domenica pomeriggio, al Grande Torino, si troverà di fronte la sua ex squadra. In Sardegna l’attuale allenatore del Torino ci era arrivato nel 2006 dopo aver vestito la maglia dell’Ascoli come vice di Massimo Silva. Una parentesi burrascosa con la squalifica di due mesi perchè “reo” di aver esercitato come allenatore capo anche se privo del patentino di prima categoria. Un patentino che prenderà proprio nel 2007 dopo essere approdato al Cagliari. Ma andiamo con ordine.

Giampaolo e gli esordi con il Cagliari

Come anticipato, Giampaolo arriva sulla panchina del Cagliari nella stagione 2006/07 ma la sua permanenza sull’isola dura poco. L’esonero arriva infatti nel dicembre del 2006 ma quella del tecnico non sarà solo una comparsata sulla panchina sarda. Appena pochi mesi dopo (26 febbraio 2007), infatti, viene richiamato dopo l’esonero di Franco Colomba e riesce a raggiungere la salvezza con una giornata di anticipo ottenendo anche la conferma per la stagione successiva.

Un’annata che inizia promettendo più che bene sia dal punto di vista del gioco espresso in campo sia da quello dei risultati tanto da superare per 2-0 il Napoli nella prima sfida stagionale. Ma è un fuoco di paglia: la squadra entra in crisi e per Giampaolo arriva il secondo esonero.

Cellino tenta il bis ma per il tecnico la dignità non ha prezzo

Dopo soli 9 punti conquistati in 11 partite, infatti, Cellino decide di affidare la squadra a Nedo Sonetti che nel dicembre, con il Cagliari fanalino di coda della classifica, si dimette. Cosa fare? Per Cellino c’è una sola soluzione: richiamare Giampaolo sperando di ripetere l’impresa dell’anno precedente. Sarebbe la soluzione migliore e anche la più facile ma il presidente del Cagliari dovrà fare i conti con un Marco Giampaolo che noostante la poca esperienza ha già carattere da vendere.

Il tecnico, infatti, pur avendo ancora un contratto con la società cagliaritana rifiuta. Memore di quanto successo appena un anno prima, infatti, il tecnico si dice non più disposto a tornare in un ambiente dove la fiducia e il rapporto con il presidente erano ormai venuti meno. E non importa se questo voleva dire rinunciare ai soldi che gli spettavano da contratto: “L’orgoglio e la dignità non hanno prezzo“.

Murru, con il Cagliari l’esordio in Serie A

La storia tra Marco Giampaolo e il Cagliari, dunque, si arricchir domenica di un nuovo piccolo capitolo ma il tecnico non sarà l’unico ex del match. Anche per Nicola Murru, infatti, la sfida del Grande Torino sarà l’occasione per rivedere la sua ex squadra, anche se da avversario. Cresciuto proprio nelle giovanili sarde, con la maglia rossoblù fa il suo personale esordio in Serie A: era il 17 dicembre 2011 e Murru di anni ne aveva appena 17. In quella stagione collezionerà una sola altra presenza (Fiorentina-Cagliari 0-0) mentre l’anno successivo (2012-13) otterrà 13 gettoni in campionato e 2 in Coppa Italia.

Nella stagione 2013/2014, invece, inizia da titolare lasciando poi il suo posto a Danilo Avelar mentre l’anno successivo chiuderà il campionato con solo 8 presenze e una retrocessione in Serie B. Ed è proprio nella serie cadetta che, dopo il rinnovo del contratto fino al 2020, esploderà con la maglia cagliaritana contribuendo al ritorno in Serie A della squadra.

Nicola Murru
Nicola Murru

3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
io
io
4 giorni fa

Murru credo che non giochera’ …..

Fabio (febius6)
Fabio (febius6)
4 giorni fa

Quindi deve aver apprezzato particolarmente il mercato e la squadra che gli hanno costruito, altrimenti anche in questo caso dignità ed orgoglio non avrebbero avuto prezzo!

Granata_da_Legare
Granata_da_Legare
4 giorni fa

giusto Dignità e orgoglio non hanno prezzo… sarà per questo che nel CV del nano mancano, non le puoi rivendere