Flop Italia, così anche Belotti si è svalutato

35
Belotti
CAMPO, 6.8.17, Friburgo, Schwarzwald-Stadion, Amichevole, FREIBURG-TORINO, nella foto: Andrea Belotti

Senza il Mondiale in Russia il valore sul mercato di diversi giocatori azzurri si abbasserà: tra questi c’è anche il Gallo Belotti

Un anno e mezzo fa Gian Piero Ventura era arrivato alla guida della Nazionale con la nomea di essere un grande maestro di calcio e un creatore di plusvalenze (che nel mondo del pallone di oggi sembrano essere più importanti anche delle vittorie e delle coppe). In effetti negli anni in cui è stato allenatore del Torino ha permesso al presidente Urbano Cairo di vendere più di un calciatore a un prezzo maggiore rispetto a quello a cui era stato acquistato. Gli esempi non mancano: Angelo Ogbonna, Ciro Immobile, Alessio Cerci, Matteo Darmian, Kamil Glik, Bruno Peres, Nikola Maksimovic. Ora però, il fallimento della sua Nazionale rischia di compromettere l’eventuale super plusvalenza di Andrea Belotti.

La cessione del Gallo a fine stagione non è scontata e in questa sede non la si vuole certo auspicare. Lo stesso Urbano Cairo, inoltre, negli scorsi giorni ha allontanato le sirene di mercato dal suo centravanti (“Lui vuole fare bene qui, e con tutto il rispetto per il Milan, Belotti sta bene qui con noi” aveva dichiarato il presidente del Torino), ma il dato oggettivo che si vuole sottolineare, all’indomani dell’incredibile mancata qualificazione dell’Italia alla Coppa del Mondo, è che molti calciatori azzurri, non potendo partecipare alla manifestazione in Russia, vedranno calare le proprie quotazioni di mercato. Tra questi c’è appunto anche Belotti. È quasi impossibile che a fine anno, non giocando le coppe europee e senza partecipare la prossima estate al Mondiale, il valore del cartellino di Belotti si avvicini soltanto ai 100 milioni di euro previsti dalla clausola rescissoria: il numero 9 granata dovrebbe essere autore di una stagione superlativa, una solamente positiva non basterebbe nemmeno per mantenere l’attuale valutazione.

Un aspetto positivo di tutto ciò c’è: se la prossima estate non dovessero arrivare offerte che anche solo si avvicinino ai 100 milioni di euro, per il Torino potrebbe essere un po’ più semplice tenere Belotti.

35 Commenti

  1. Belotti, tra le motivazioni che gli hanno detto in cuor suo di restare e di non fare troppe storie per andare in qualche squadra più importante a livello internazionale, dove però non aveva la certezza di essere titolare, c’era anche e forse soprattutto, il fatto che stando al Toro, sarebbe stato titolare inamovibile, con la certezza, quindi, di essere un potenziale titolare in nazionale nei prossimi mondiali.
    Il fatto che i mondiali non li farà mi fa tremendamente paura non per la prossima stagione, ma per questa, dove non so che stato d’animo possa avere nelle prossime partite, partendo dal fatto che già sta dimostrando uno stato di forma piuttosto scarso (quest’anno ha sbagliato gol che l’anno scorso entravano a occhi chiusi).

  2. Amara e triste constatazione.
    Per una volta che c’è un allenatore che porta in nazionale uno “pseudo”blocco -TORO (dal mondiale in Argentina non si vedevano tanti giocatori del Toro in nazionale)guarda che fine abbiamo fatto.
    Spiace dirlo ma col blocco – gobba ci abbiamo vinto 2 mondiali…

    • I numeri dicono altro: la difesa della nazionale è quella della gobba + Gobbucci, l’unico giocatore del Toro è Belotti e manco ha giocato tutte le partite.
      Ieri hanno giocato:
      Merde: Buffon Barzagli Chiellini
      Lazie: Parolo Immobile
      Ciucci: Jorginho
      Bilan: Gobbucci
      MU: Darmian
      Inda: Candreva
      Riomma: Florenzi
      South: Gabbiadini

      Subentrati:
      Riomma: El Sharawi
      TORO: Belotti
      Gobba: Bernardeschi

      La squadra più rappresentata è sempre Merda ed è la scelta del blocco merde che ci ha portato allo sfascio, piuttosto sottolineiamo che piuttosto che far giocare un giovane italiano gioca l’ultimo dei moicani e pure l’ultimo dei miei cani. Andiamo a vedere quanti giocatori italiani giocano in serie A e facciamoci qualche domanda.

      • Mah, visto che di gol ne prendiamo pochissimi, a parte la scellerata trasferta spagnola, non mi pare proprio che il problema sia il blocco juventino, anzi, dal centrocampo in avanti non c’è un solo giocatore loro, da quando ha smesso Pirlo (non vorremo mica considerare i 10 minuti di Bernardeschi, spero).
        Semmai il problema è che l’italia è tremendamente carente a centrocampo, non ci sono centrocampisti italiani veramente forti.
        Della partita di ritorno con la Svezia quello che mi spiego poco non è tanto il non aver inserito Insigne, che le sue belle occasioni in nazionale le ha avute, anche nell’andata con la Svezia e ha sempre fatto cagare, a me sembra più incomprensibile aver insistito tanto con Candreva che davvero non è in grado di fare un cross, lasciando sempre in panchina Zappacosta, che invece in nazionale aveva sempre fatto bene.
        Cosi’ come, spiace dirlo, ma anche Darmian è totalmente incapace di mettere una palla decente in mezzo e se questo è il miglior esterno sinistro che possiamo schierare, visto che è sempre titolare, allora capite come il blocco della difesa centra poco.
        Limitatamente alla partita di ritorno con la Svezia, Barzagli ha giocato bene da difensore, ma ha fatto errori gravi nei rilanci, sbagliandone più di uno, ma senza conseguenze, mentre Chiellini, che ha fatto il solito fallo da bastardo, quando è stato ammonito, è poi diventato praticamente il migliore in campo, provando a portare su palla, quando nessuno era più in grado di prendersi la responsabilità.

      • Faccio una aggiunta su Insigne e il Napoli.
        Puo’ sembrare incredibile che della capolista ci sia il solo Jorginho, ma la verità è che il Napoli non gioca e vince grazie a Insigne, ma soprattutto grazie a Callejon , Mertens e Goulam (e vedremo quanto peserà la sua assenza), che non sono certo italiani.
        Così come quelli di Venaria vincono e segnano, soprattutto per Higuain e Dybala, o Kedhira e l’Inter con Icardi e Perisic.
        Le squadre più forti vincono soprattutto perchè nei ruoli dal centrocampo in avanti ci sono stranieri, proprio dove noi in nazionale siamo scoperti, a parte la strepitosa stagione che sta facendo Immobile.

  3. A 100 milioni non lo venderebbe mai e poi mai: la clausola esagerata è sempre stata uno specchietto per le allodole e per far scannare i tifosi tra di loro.
    Comunque Cairo lo acquistò per circa 8 milioni e nemmeno nei suoi sogni erotici più indicibili avrebbe immaginato che il suo cartellino si potesse impennare tanto, e tanto in fretta.

    Alla fine sembra quasi che senza il Paperone di turno che sganci i soldi della mega-clausola internazionale il povero Urby ci possa perdere, quando è vero che al peggio ci guadagnerà solo 2/3/4 volte tanto quel che gli era costato.
    Eppoi….macheccefrega. Forza Toro.

  4. Il gallo a fine anno probabilmente punterà i piedi per andare a fare il cosiddetto salto di qualità, per Cairo sarà un bagno di sangue e per lo tifosi sarà l’ennesima inculata ..spero tanto di sbagliarmi, ma credo che questo scenario sia altamente probabile

      • E, se posso permettermi di aggiungere un commento, ma chi se ne frega della (s)valutazione del Gallo?… Se il nano spendesse almeno l’80% di quanto ricava dalle cessioni mi girerebbero le scatole per le mancate possibilità di investimento, ma fino a quando si vende Zappa il 31/08 e il realizzato (30 cocuzze!) non viene reinvestito, il deprezzamento di Belotti non è un problema dei Tifosi (a parte i bilancisti cairoti, ovviamente, che si strapperanno le vesti e i capelli!). Quindi che se la smazzi bracciamozze…

    • anche se farà 30 gol (comunque difficile visto che per il momento ne ha fatti 3 in 9 presenze e siamo già a un terzo del campionato) difficilmente qualcuno spenderà 100 milioni per un giocatore di 25 anni senza esperienza europea (mai giocato una competizione europea con una squadra di club)..e facente parte tra l’altro anche di questo disastro della nazionale (ha 13 presenze – quindi sostanzialmente è stato un titolare – con 4 gol – meno uno ogni tre partite – giocando con l’Italia contro squadre della caratura di Macedonia, Albania e Lichtenstein)..per me andrà comunque via a fine stagione e Cairo si accontenterà di meno della metà..

  5. Quindi o quest’anno si arriva in europa o si svenderà il gallo per farlo andare a giocarsi qualcosa da qualche altra parte..nel 2018 il gallo avrà 25 anni..non saranno tanti ma non sarà più nemmeno giovanissimo..per il resto oggi non riesco a dire altro..

  6. Cari fratelli se l’italia (con la i minuscola adesso) vuol recuperare da questa crisi, deve cominciar a trattenere i proprio italiani (da Verratti, a Zaza, pure a Beloti, ).
    L’esempio più classico è Immobile che è tornato con la coda tra le gambe e ora gioca vince e guadagna.
    Bisogna si ricominciare dai vivai ovvero a far andare e giocare i migliori nelle prime squadre E NON IN B salvo rari casi (vero Miha con Edera??)
    Ricominciare con stipendi pù bassi, perchè tutto il nostro calcio non può permetterseli (anche le big: se si fa un-due-tre stella! ci muoio in serie A fior di società !
    Bisogna tornare a riconsiderare la Under 21 e coltivare li il blocco difesa, il bloco attacco e via dicendo da portare in NAzionale A.
    Bisogna tornare al gioco più italianista….i titic-titoc lasciamoli agli spagnoli ( i quali non mi pare che nel secolo scorso ci abbiano mai massacrati come negli ultimi 2 anni.
    Eppoi….ovunque…in ogni livello….bisogna rimettere gente che abbia FAME !!! brava si, competente si, ma da solo non basta: ci vuole la coscenza vera di giocare per i valori comuni e non per far vincere la classifica cannonieri a quello o il sesto mondiale a quell’altro: BISOGNA TORNARE A GIOCARE IN GRUPPI DI 11 E NON IN 11 SINGOLI !!

  7. Speriamo che questo flop colossale dia la molla al Gallo per tornare ancora più forte con noi…Degli altri sinceramente importa poco, giocatori tutti sopravvalutati e montati, così (forse…) si renderanno conto (compreso il Gallo neh…) che contano solo l’impegno ed i risultati, tutto il resto sono chiacchirre, tatuaggi e gel sui capelli! FVCG!