Reduce da un pesante k.o., alla vigilia della Roma, Giampaolo ha chiesto al Torino di non accettare l’inferiorità (che sarebbe il primo alibi)

Ha indubbiamente difetti e limiti, Marco Giampaolo. Gli va riconosciuta, però, una lucidità di pensiero e dunque di parola. Alla vigilia della trasferta di Roma – nel momento più difficile della sua (breve) avventura al Torino -, il tecnico non si è scomposto e ha saputo toccare, una volta di più, le corde giuste. Di fronte, all’Olimpico, ci sarà una squadra temibile per interpreti, tecnica e idea di gioco: che vive, insomma, su un pianeta ben diverso da quello in cui i granata sono confinati, prigionieri di tensioni e fantasmi. Eppure nemmeno questo può essere un alibi per il gruppo. Guai a introiettare l’inferiorità, guai a esporla come scudo per giustificare l’eventuale ed ennesima sconfitta: “Non bisogna accettare l’inferiorità, sono sfumature psicologiche: se lo fai non migliori, non sarai mai ambizioso”.

La lezione di Giampaolo al Torino

Il discorso del tecnico è una lezione al gruppo granata, che contro le grandi del campionato – Lazio, Inter, Juventus – quest’anno ha offerto le prove migliori (ma ha sempre perso): “Quando, con questa mentalità, ti trovi poi a giocare con squadre del tuo livello la partita pesa di più”. Si veda la mesta ritirata andata in scena sabato scorso, quando di fronte c’era l’Udinese. Un disordinato orgoglio si è acceso per cinque minuti appena, in un mare di insicurezze e superficialità.

Giorni difficili: cosa ha chiesto l’allenatore alla squadra

Gli ultimi giorni, per Giampaolo, non sono stati facili. Perché la sconfitta contro i friulani ha messo in discussione anche il lavoro svolto fin qui da lui e dal suo staff. La squadra non ha risposto agli stimoli e poi si è beccata la reprimenda di Cairo (che però questo gruppo l’ha costruito e confermato, quasi, in blocco). In un clima tempestoso, l’abruzzese ha provato a indicare la via in conferenza stampa: “Servirebbe un vademecum: il Torino è al di sopra degli interessi di giocatori, allenatore, eccetera. Bisogna stare col Toro, dando una risposta di fidelizzazione e carattere”. Fare insomma tutto il contrario di tre giorni fa (e di molte altre gare dell’ultimo anno). Anche perché a Giampaolo servono i punti e alla squadra pure: la Serie B è un incubo troppo vicino. Per evitarla il tecnico chiede ambizione, non paura. Con lucidità di pensiero, appunto.

Marco Giampaolo
Marco Giampaolo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 16-12-2020


11 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
abedinpele
abedinpele (@abedinpele)
11 mesi fa

La prima mentalità che deve cambiare è del mister, facci vedere una squadra che aggredisce gli avversari per rubare palla, facci vedere qualche inserimento di giocatori senza palla, facci vedere qualche passaggio in verticale in più rispetto allo sterile possesso palla. Questi sarebbero cambiamenti di mentalità veri non accontentarsi delle… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
11 mesi fa

Intervista molto ma molto interessante. Quando Marengo fa lo storico, o l’avvocato, è molto + interessante. Fa solo male quando per l’ennesima volta ci racconta che per il Toro fallito, ma soprattutto gratis, non si mosse nessuno. Non lo cercò nessuno. Lo stesso Lodo, lo stesso momento: per il Perugia… Leggi il resto »

Filadelfia (zerotreini crescono)
Filadelfia (zerotreini crescono) (@fila_e_fondi)
11 mesi fa

ti ricordi per caso cosa chiedeva la petizione?

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
11 mesi fa

quella famosa farlocca? di preciso no, ma immagino facesse rima con Cairo-vattene, no?
però ripeto, lascerei “nella tomba della memoria” questa petizione .lo dico non per me.

Pedric
Pedric (@giorgia2004)
11 mesi fa

Bravo grandissimo copia incolla, fatto bene , con perizia ed esperienza. Quindi a Torino che ci sia una cupoletta lo sapevamo, che un loro solerte scudiero sia poi stato ob torto collo autorizzato lo vediamo da 15 anni e che tu continui a non difenderlo cercando di dire non vi… Leggi il resto »

Pedric
Pedric (@giorgia2004)
11 mesi fa
Reply to  Pedric

Certo sei passato Cairo malino, Cairo meglio, bravo, meno bravo, maluccio, passo di lato, paso doble, accentratore e adesso che la realtà ti ha portato a incapace totale ( ma sempre in buonissima fede), concludi che a costui non ci sono alternative e che quindi dobbiamo crepare con questa piaga… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo) (@foreverg)
11 mesi fa
Reply to  Pedric

biscottino PS temo che Pedric non abbia mai capito nulla. Già l’espressione “fare un passo di lato”, che tutte le volte viene nominata a mo’ di “scherno” gli ha sempre creato problemi di comprensione. Eppure è espressione molto usata, non richiede una laurea in lettere per comprenderla PS “Fare il… Leggi il resto »

vecchiamaniera
vecchiamaniera (@vecchiamaniera)
11 mesi fa

Ma smettila.Sotto post a te cari sei puntuale come una scottatura d’estate.Ora riemergerai al primo post di Chiarizia.Patetico🤡

duane
duane (@duane)
11 mesi fa

Grazie

tarzan_annoni
tarzan_annoni (@tarzan_annoni)
11 mesi fa

Ottimo, grazie

Toro, ora rischia anche Sirigu: pronto Milinkovic-Savic

Nkoulou, dopo il derby l’ennesimo passo indietro. E il rinnovo…