Dopo le gare contro Sassuolo e Sampdoria ha collezionato solo panchine: Gojak crolla nelle gerarchie di Nicola e si candida per lasciare i granata a giugno

Era lo scorso 18 marzo quando proprio su queste colonne si facevano i complimenti a Amer Gojak, protagonista decisivo nel match contro il Sassuolo con l’assist perfetto per il pari di Mandrgora. Un ingresso che aveva vivacizzato la mediana granata facendo ben sperare non solo Nicola ma tutto l’ambiente. Una possibilità in più, si pensava, nello scacchiere del tecnico granata. E la settimana successiva contro la Sampdoria, nonostante il ko finale, il numero 10 aveva strappato la sufficienza nonostante non fosse riuscito a dare lo stesso esito del match contro i neroverdi. Quella che si presentava come l’inizio di una risalita dopo i tantissimi alti e bassi registrati dal suo arrivo in granata, l’ultimo giorno di mercato estivo, si è però di fatto rivelato un fuoco di paglia. Da quel giorno, infatti, il bosniaco non ha più visto il campo: 5 le panchine consecutive collezionate nelle ultime 5 giornate.

Calciomercato Torino: Gojak può andar via

Un crollo vertiginoso nelle gerarchie di Nicola che di fatto non gli ha più concesso alcuna occasione. Nemmeno a partita in corso. E il momento vissuto dal Torino di certo non aiuta: con una situazione più serena il tecnico avrebbe certamente più possibilità di manovra e anche i giocatori meno impiegati potrebbero sfruttare l’occasione di qualche “esperimento” in più. Esperimenti che al momento la squadra non si può permettere e Gojak sembra destinato, anche contro il Parma, all’ennesima panchina. L’assenza di Verdi e Mandragora potrebbe, almeno sulla carta, concedergli un piccolo spiraglio a partita in corso ma la sensazione è che non possa comunque essere sufficiente a “salvare” il centrocampista.

Cinque panchine consecutive

Cinque panchine consecutive pesano e suonano quasi come una bocciatura da parte di Nicola, tanto da far pensare al futuro del giocatore. Un futuro che a giugno potrebbe spalancargli le porte del mercato. L’ex Dinamo Zagabria, al netto del cambio alla guida tecnica e delle difficoltà complessive del Toro, non è mai riuscito a dare un contributo reale e concreto alla squadra (15 presenze totali con 1 gol e 1 assist) e pensare ad una sua riconferma risulta ad oggi difficile. Se chiamato in causa, dunque, dovrà obbligatoriamente far rivedere il giocatore ammirato contro il Sassuolo (ecco come era andata), sfruttando al massimo ogni occasione che potrà presentarsi da qui alla fine della stagione: ne va della salvezza del Toro e della sua permanenza in granata, ad oggi sempre meno probabile.

Amer Gojak
Amer Gojak
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 02-05-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ASIC
ASIC
4 mesi fa

Secondo me solo prestito per farlo giocare e poi si decide

Belotti e altri quattro: Nicola deve (di nuovo) gestire i diffidati

VIDEO / Filadelfia, la carica dei tifosi del Toro