In una intervista Joe Hart ha spiegato i particolari sul suo addio al Manchester City, ribadendo la soddisfazione per avere scelto il Toro e l’Italia

In una intervista rilasciata a Sky Sport UK, Joe Hart rivela alcuni retroscena sul suo addio al Manchester City, ribadendo la soddisfazione per questi suoi mesi in maglia granata e per il clima trovato in Italia: “Il nostro obiettivo è fare il meglio che possiamo, siamo una buona squadra ma ovviamente in campionato ci sono diverse grandi avversarie. L’obiettivo è il raggiungimento dell’Europa, credo che con questo progetto e con il nostro allenatore che è già stato in un grande club come il Milan le cose possano andare bene. Non devo dimostrare nulla agli altri, sono qui perché avevo bisogno fare una nuova esperienza altrove. Voglio fare il massimo per il Torino e non credo che la mia strada si incrocerà ancora con quella del Manchester City. Sono molto grato al Torino per avermi dato questa opportunità”.

Si è parlato molto sulle dinamiche che lo hanno portato a lasciare il Manchester City, il portiere ha fatto chiarezza anche su questo aspetto: “Dopo gli europei ho parlato con il manager (Guardiola ndr.) e anche se mi ha detto cose che non avrei voluto sentire, è stato onesto. Inizialmente volevo vedere cosa sarebbe successo, ma quando hanno messo sotto contratto un nuovo portiere ho capito che sarei diventato il terzo. Non ho mai rinunciato a lottare per un posto, ma il tecnico ha acquisito molto potere nello spogliatoio, anche nella gestione dei contratti. Il nuovo portiere è un grande acquisto per loro, a volte bisogna essere intelligenti e ringrazio il Torino per l’opportunità che mi ha dato”.

L’addio alla società che lo ha lanciato al grande calcio è stato comunque difficile, ma la scelta sembra non aver lasciato una scia di rancore: “Amo il Manchester City, hanno avuto fiducia in me da quando ero ancora un ragazzino. Ma questo è il calcio e non c’è niente di personale. Non ho niente contro il club, è stata una normale decisione professionale.  Ho ancora un contratto di 2 anni con loro, ma è un aspetto relativo: hanno un manager che può rimanere lì a lungo e che ha preferito puntare su un altro portiere. Il Manchester City ha chiaramente un posto speciale nel mio cuore, ma ho dovuto pensare a me stesso”.


7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
CiccioLuke10-#SFT
CiccioLuke10-#SFT
5 anni fa

Jo-Ha Jo-Ha Jo-Ha Jo-Ha Jo-Ha Jo-Ha Jo-Ha Jo-Ha !!! #SFT

Simone4Toro
Simone4Toro
5 anni fa

Quello della Roma che gioca all’Empoli è un buon prospetto, ma Joe.. È altra roba! Parliamo di un giocatore che ha già fatto di tutto, affermatissimo, di esperienza e ottime doti! Non l’ennesimo ragazzino da svezzare e rivendere! Ma MAGARI.. MAGARI restasse Joe Hart!

RDS TM
RDS TM
5 anni fa

Se Hart come sembra ci lascia, vada per Skorupski.

Juric elogia il Toro: “In casa è temibile e l’attacco è top”

Toro, i lettori non hanno dubbi: Ljajic merita un’altra chance da titolare