Le parole del tecnico rossoblù che, nel centro sportivo di Pegli, presenta la sfida di domani sera alle 20.45 in casa del Toro

Sta per iniziare la conferenza stampa del tecnico del Genoa Ivan Juric che presenterà la sfida di domani sera alle 20.45 in casa dei granata di Mihajlovic. Rialzarsi dopo la sconfitta contro il Palermo l’obiettivo per la compagine ligure che di fronte, però si troverà un Toro ferito e in cerca di pronto riscatto davanti al proprio pubblico.

Juric parla di Rincon, in dubbio per la gara di giovedì: “Se l’ultimo allenamento di Rincon andrà bene potrà essere convocato per la sfida contro il Torino. Edenilson può essere un’ipotesi per sostituirlo, così come Izzo che ho provato un po’ a centrocampo”. Sull’ultima sconfitta: “Contro il Palermo non ho visto la squadra in calo, piuttosto abbiamo fatto degli errori negli ultimi dieci minuti. Dobbiamo affrontare tutte le partite con il nostro modo di fare calcio”. Sul Toro: “Il Torino ha fatto buoni investimenti. In casa è molto temibile e hanno giocatori top in attacco”. Sui convocati per la trasferta. “Porterò Pellegri a Torino. Ha talento, ma ha bisogno di una crescita graduale. Voglio che diventi un attaccante importante per il Genoa”.

Ancora elogi per la squadra di Mihajlovic: “Il Toro riesce a fare schemi in maniera fantastica”. Sulla difesa: “A volte gioco a tre o a quattro, i numeri non significano nulla”. Assenza pesante sarà quella di Rigoni: “Avevo un’idea diversa di trequartista, lui interpreta il ruolo a volte bene, altre meno bene, ma è un giocatore importante”. Sul possibile tridente: Ocampos-Simeone-Ninkovic? Sì è un’opzione”.

 


Momentaccio Castan: derby ed esclusione la rabbia per reagire

Hart: “Vogliamo l’Europa, grazie a Mihajlovic possiamo farcela”