Non c’è tempo per crescere con calma: per il turco l’emergenza a centrocampo significa adattarsi in fretta al nostro calcio: con la possibilità di sbagliare

Il più dispiaciuto dopo ieri sera è certamente il giovane turco Ilkhan: è lui che all’89’ perde Brozovic nell’azione del gol, quella rete che risulterà decisiva. Eppure l’impatto con la gara era stato ottimo, così come bene aveva affrontato pochi giorni fa la prima fa titolare. In campo al posto di un buon Linetty, sofferente però al flessore, a San Siro l’ex Besiktas si è ritrovato catapultato dentro una partita difficile, oltretutto in un momento delicato, con la squadra nerazzurra in pressione alla ricerca del gol. Suo il pallone col contagiri che finisce a Radonjic, bravo ad impegnare Handanovic, protagonista di una delle tante parate del pomeriggio. Poi quell’errore, quella disattenzione. “Era dispiaciuto per la partita, sono andato poi ad abbracciarlo e a dirgli di stare tranquillo, anche i ragazzi gli erano vicino. Il gol devo ancora rivederlo bene, ma gli errori capitano”, ha spiegato a fine partita l’allenatore.

L’emergenza gli fa bruciare le tappe

Ilkhan catapultato in campo, come detto: e non avrebbe potuto fare altrimenti Paro, alle prese con una grossa emergenza a centrocampo. Il mercato non ha portato a Juric nessuna novità, Ricci è fermo ai box, e il piccolo fastidio occorso a Linetty ha costretto ad una soluzione diversa da quella auspicabile. E non che il turco non sia potenzialmente all’altezza: lo diventerà, maturerà esperienza. Non è possibile un’altra strada: il centrocampista potrà essere all’occorrenza un titolare o fronteggiare le emergenze. In questo Toro non c’è tempo per prepararsi.

Emirhan Ilkhan
Emirhan Ilkhan
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 11-09-2022


183 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Davide69
Davide69
17 giorni fa

Caro T9 , il fatto che anche l’altr’anno e l’anno prima prendevamo i gol al 90 , me lo spiego perchè la squadra non è mai completa. L’anno scorso come quest’anno avevamo un portiere che non dà troppe sicurezze , inoltre Djiji e Aina hanno fatto una discreta sequenza di… Leggi il resto »

Davide69
Davide69
17 giorni fa

Pensate la furbizia di certa gente qui che sostiene il mandrogno dicendo che fa bene a pensare al bilancio invece di provare a fare risultati sportivi con cui magari fare utili maggiori. Eh si perché tutte le società del mondo sono sempre in utile, guadagnano sempre. Tutti possono fare impresa… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
17 giorni fa
Reply to  Davide69

Immagino che quello che scrive sia un imprenditore di successo, visto come parla di situazioni debitorie con massima tranquillità (Forse che forse, anche perchè la situazione non riguarda soldi suoi??) E se il “69” è il suo anno di nascita, che commenti avrebbe postato nei mesi, nelle settimane ante fallimento… Leggi il resto »

Davide69
Davide69
17 giorni fa

Perchè secondo te fai impresa non investendo mai nulla di tuo , aspettando solo che ti tornino gli utili ?? Ma come ragioni ? Continui a non capire : se io ho 100 euro in banca e compro una cosa che costa 100 e spero che questa cosa si mantenga… Leggi il resto »

Cup
Cup
17 giorni fa

I gol presi nel finale sono figli di una generale incapacità di affrontare i momenti topici dovuti a una età media relativamente bassa della squadra, ma anche per la mancanza di garanzie in attacco dove, a parte Vlasic, non c’è nessuno che ci provi con continuità. Ribadisco che al posto… Leggi il resto »

Nuovo Toro, vecchie abitudini: un altro gol preso nel finale

Sanabria, un gol in sei partite è troppo poco. Paro: “Avrà le sue occasioni”