Izzo, reinserito nella difesa a 3 nel suo ruolo naturale, si è reso autore di una prestazione perfetta contro i partenopei

Un abbraccio denso di significato quello di Izzo verso Giampaolo dopo il gol realizzato contro il Napoli. Un segnale forte che fa pensare ad un recupero del difensore granata soprattutto sotto l’aspetto della fiducia e della condizione. É senza dubbio una questione di ruolo oltre che di fame, quella necessaria a dare vita alla prestazione all’insegna della perfezione di cui il numero 5 granata si è reso autore. Il tecnico granata ha infatti scelto di inserirlo tra gli undici titolari. Questa volta però non fuori ruolo, bensì nella zona di campo a lui più funzionale per la prima volta da inizio campionato.

Izzo titolare nella difesa a 3: scelta azzeccata

Mettere Izzo come terzo nella difesa a tre e non come terzino nella difesa a quattro è stata una decisione ripagata poi sul campo, non solo per il gol, solito arrivare nel suo periodo d’oro. A livello difensivo ha infatti più volte impedito la realizzazione della manovra offensiva avversaria anticipando i rivali e soffiando loro il pallone. L’intera prestazione ha soddisfatto anche i palati più difficili, tra i quali quello di Giampaolo che ha apprezzato il contributo del suo numero 5 ed anche il gesto dopo la rete: “Ha fatto una gran partita. L’abbraccio? Mi fa piacere. Non è che i giocatori devono giocare per me, poi chiaramente la prestazione mi rende orgoglioso perché vuol dire che sono ancora credibile. Perché poi di questo si tratta.”.

Izzo torna leader della difesa del Toro contro il Napoli

Il difensore del Toro si è indubbiamente guadagnato il titolo di migliore in campo per quanto riguarda la squadra ospite nel capoluogo campano. E le sue parole, oltre a quanto esternato in campo, confortano sotto diversi aspetti: “Stiamo vivendo un momento negativo, ma l’attaccamento alla maglia c’è. Io credo che ne usciremo tutti insieme: vedo come la squadra si allena in settimana.”. L’animo da leader che ha caratterizzato la sua prima stagione in granata è riemersa tutta d’un colpo e potrebbe essere una chiave di svolta per il Torino, deficitario dal punto di vista difensivo, con le retrovie peggiori di Serie A.

Armando Izzo, Torino
Armando Izzo, Torino
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 24-12-2020


3 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Bartolomeo Pestalozzi
Bartolomeo Pestalozzi (@hamilton-granata)
11 mesi fa

Cmq ridendo e scherzando … oltre a Singo ormai è stato lanciato anche Buongiorno.

Filippo Bull
Filippo Bull (@filippo-bull)
11 mesi fa

Cmq il mister sta dimostrando di nn essere monotematico,sta cambiando le sue idee x cercare soluzioni, qualcosa di buono inizia a vedersi. Ieri l’abbraccio di Izzo (uno di quelli che fino ad ora ha giocato poco) significa che la squadra lo segue(a meno che nn fingano tutti). Ora mettiamolo nella… Leggi il resto »

mas63simo
mas63simo (@mas63simo)
11 mesi fa

Sai che c.u.l.o !

Toro, tre ex ritrovano il Napoli: Maksimovic l’unico tra le fila azzurre

Toro, quei pericolosi incroci col 2002/03: stessi punti di allora ma una vittoria in meno