Nicola ha confermato la propria fiducia nei confronti dei difensori, tra i quali Armando Izzo, tornato titolare inamovibile

Non c’è due senza tre e lo sa bene Armando Izzo, che con Nicola si è riconquistato il posto da titolare. Un inizio di stagione con più ombre che luci per lui. Da protagonista infatti, il numero 5 del Toro è finito ai margini a causa del cambio di modulo portato avanti da Marco Giampaolo che, dopo averlo provato come terzino, gli ha preferito i compagni di reparto. La cura Nicola si è però rivelata efficace anche per lui, facendogli recuperare fiducia e continuità. Quella attuale può infatti essere considerata come una sorta di terza vita per il difensore granata, che dopo la luna di miele con il club nella stagione 2018/2019 ha attraversato mesi difficili.

Le idee chiare di Nicola: “Già prima di entrare al Filadelfia…”

Per quanto riguarda Nicola, contenere i danni e soprattutto i gol subiti è una delle sue prerogative, oltre alla diffusione della sua idea di calcio. Per fare ciò è necessario avere un gruppo compatto e recuperato a livello mentale, cosa che con Izzo sta avvenendo alla perfezione. Il suo lavoro di studio della squadra e di assetto è nato prima che iniziasse concretamente a lavorare col gruppo: “Nelle ultime due partite in difesa hanno giocato sempre gli stessi. La mia idea di interpreti era presente nella mia testa prima di entrare al Filadelfia.“, queste le parole del tecnico utilizzate nella conferenza prepartita in vista del Cagliari, a conferma della fiducia nei confronti del numero 5 granata.

Toro, tocca a Izzo ripagare la fiducia di Nicola

Izzo è tornato quindi ad ricoprire il ruolo di perno difensivo nell’organico granata, come accaduto nella sua prima stagione sotto la Mole. L’unica assenza nell’ultimo periodo è stata infatti forzata: l’infortunio alla testa rimediato contro il Benevento, ha costretto Nicola a tenerlo fuori contro la Fiorentina, per tornare a schierarlo nel match successivo. La palla passa perciò all’ex Genoa. Tocca a lui ripagare quanto avuto dal tecnico del Toro, che vuole “sfruttare le qualità di tutti al cento per cento” e che sa di avere giocatori di spessore nelle retrovie a partire già dal Cagliari.

Kevin Strootman e Armando Izzo in Torino-Genoa 0-0 2020/2021
Kevin Strootman e Armando Izzo in Torino-Genoa 0-0 2020/2021

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 19-02-2021


A Cagliari lo spareggio salvezza? Nicola abbassa la tensione: “E’ un’opportunità”

Cagliari-Torino: ecco perché non è stato convocato Linetty