Il progetto di Juric ora convince a scegliere il Torino: Ricci e gli altri in granata per il mister. E Vagnati: “Abbiamo cambiato mentalità grazie a lui”

Non c’è fisicamente, ma la sua presenza aleggia. È la persistenza di Ivan Juric, che non lo vedi ma lo senti, in qualunque cosa o luogo che riguardi il Torino. L’allenatore non era al tavolo delle conferenze stampa, quando il direttore dell’area tecnica Vagnati parlava dell’ultimo calciomercato e i nuovi acquisti – Pellegri, Ricci e Seck – si presentavano ai giornalisti. Eppure il suo nome si è fatto almeno una decina di volte. Era nelle domande e soprattutto nelle risposte. In una di Samuele Ricci, ad esempio. Questa: “Il progetto mi è piaciuto fin da subito, in gran parte per l’allenatore, mi ha convinto subito. Il suo modo di allenare penso possa farmi fare il salto e farmi migliorare soprattutto su alcune lacune che ho e farmi lavorare”. Che va integrata con quest’altra: “I miei difetti li trovo sotto il punto di vista dell’intensità, del lavoro fisico, sono venuto qua anche per questo. Gli allenamenti sono molto intensi e penso che possano farmi migliorare”.

Juric dietro la scelta di Ricci: ora il Toro è appetibile

Il regista ha scelto il Toro soprattutto perché al Toro può lavorare con Juric, quello giusto per colmare alcune mancanze tecniche. E non è mica poco. Con la sua identità riconoscibile, il tecnico ha dato un progetto al club, che ora è diventato appetibile anche per chi finora lo ha guardato da lontano. Ricci è un talentino, ma ha scelto di uscire dalla sua “zona di comfort” – Empoli – già a gennaio, pur di entrare subito in contatto con l’allenatore di Spalato. A Torino. Lì dove, a maggio scorso, c’erano solo macerie, ora c’è una squadra più giovane, più coesa, più sicura di sé.

Vagnati riconosce i meriti del tecnico

I risultati sono la conseguenza del cambio di impostazione. Anche Vagnati ha ben chiaro dove sta l’origine del cambiamento: “Quello che stiamo facendo è soprattutto merito dello staff tecnico, dell’allenatore che sta dimostrando tutti i giorni di alzare il livello dei nostri giocatori. Dopo gli ultimi due anni dovevamo cambiare qualcosa nella mentalità e lo staff lo sta facendo”. Il mister e i suoi collaboratori hanno ridato valore a calciatori che sembravano irrecuperabili dopo l’ultima stagione (si pensi a Rodriguez e Djidji), hanno esaltato giocatori promettenti (Bremer e Singo) e dato responsabilità a chi tendeva a essere un soldato semplice (Lukic o Vojvoda).

E ora tutto questo sta ripagando non solo dal punto di vista della classifica, decisamente più rassicurante rispetto a un anno fa. Ma anche perché adesso, a Torino, c’è qualcuno che vuole venire a giocare perché si sente affascinato dal club. Per dirla con le parole di Pellegri: “Qui ci sono tanti giovani di qualità e di prospettiva: è il progetto giusto”. Chi se l’aspettava, a maggio, che una frase così potesse essere pronunciata parlando del Toro.

Ivan Juric
Ivan Juric
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 04-02-2022


36 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
ardi06
ardi06
3 mesi fa

Juric non solo sta facendo giocare bene la squadra, ma alza il valore della rosa e sta pure riuscendo nel miracolo di renderci molto più appetibili degli ultimi anni, non solo degli ultimi due

Troposfera Granata
Troposfera Granata
3 mesi fa
Reply to  ardi06

vero

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
3 mesi fa
Reply to  ardi06

vero, il guadagno è doppio

dingo
dingo
3 mesi fa

La bipolarità dei commentatori a volte è da paura. Se si punta sui giovani non va bene, siamo servi delle big, se andiamo sui vecchi non va bene, non c’è progetto, ma non c’è ugualmente se andiamo sui giovani e poi, dopo averli valorizzati, li cediamo. Tutti a far di… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
3 mesi fa
Reply to  dingo

Grandisssssimo

pennina
pennina
3 mesi fa

sì, grandissimo… non me ne frega una cippa delle tasche altrui, faccio il tifoso non il ragioniere… e non sopporto gli imbonitori, quelli che oggi vedono finalmente un progetto, addirittura un futuro… non abbiamo davanti alcun futuro, solo pane e acqua, altroché!

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
3 mesi fa
Reply to  pennina

stavolta non posso essere d’accordo con te, sorry
Il nostro essere multinick, oggi perde un colpo 🙂

tarzan_annoni
tarzan_annoni
3 mesi fa
Reply to  dingo

Molti, io per primo, ragionano da tifosi, perchè siamo tifosi. Al tifoso frega un caxxo del bilancio in attivo, del FPF, dellìoculata gestione della società. Il tifoso vuole emozioni (belle o brutte) ma cerca quello. E le emozioni non le può dare un bilancio. Nel contempo ci sono le società… Leggi il resto »

Trapano
Trapano
3 mesi fa
Reply to  dingo

Se ti diamo fastidio puoi benissimo andare sul forum del sole 24 ore

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
3 mesi fa
Reply to  Trapano

@dingo ha scritto delle verità che danno fastidio, ammettiamolo qualche volta La prima parte, quella in cui descrive il comportamento dei tifosi, e che è stato facilmente leggibile anche su questo forum, è insindacabile. Leta 1000 e 1000 volte E nascondere la testa sotto la sabbia e dire che non… Leggi il resto »

Jones
Jones
3 mesi fa

si può darsi il progetto,Juric,il blasone ecc…vista in diretta non mi è sembrata poi così diversa da altre,mi ha colpito in negativo l’impressione che mi ha dato Pellegri,serioso quasi distaccato,neppure un saluto ai giornalisti,ma forse poi è solo timidezza che cerca di celare in quel modo,voglio dire la cosa che… Leggi il resto »

Ricci nella top 5 degli acquisti di Cairo, poi Seck. E Juric diceva: “Il Toro ha problemi economici”

Torino, cinque mesi per convincere Belotti