Dal portiere al difensore centrale, passando per esterni, trequartista e bomber. Tante domande per il tecnico croato

Nove giornate alla fine del campionato, poi si cercherà di fare maggiore chiarezza sul futuro della rosa granata. Ivan Juric sfrutterà questo ultimo scorcio di stagione per approfondire la conoscenza dei suoi attuali giocatori, in particolare quelli in bilico su una possibile permanenza. Il Toro rischia comunque di perdere dei veri e propri capisaldi del suo organico. Non è da oggi che si riflette su un Toro senza Belotti e Bremer. Perdere il “Gallo” vorrebbe dire fare a meno di un giocatore abituato a raggiungere stagione dopo stagione la doppia cifra. Difficile ad oggi la sua permanenza e dunque il primo nome sulla lista del tecnico croato sarà di un attaccante in grado di rimpiazzarlo. Stesso discorso per Bremer, osservato attentamente dall’élite del calcio europeo. Il brasiliano ha recentemente rinnovato col Toro, ma in pochi scommettono su una sua permanenza. Esiste un giocatore in grado di colmare cotanto carisma nella guida del reparto difensivo e le indiscutibili doti ampliabili anche alla fase offensiva? Forse è il momento di chiederselo sul serio.

Chi sostituirà le delusioni Milikovic-Savic, Berisha, Aina e Pjaca?

Come è importante la scelta del bomber e del leader della retroguardia granata, non è da meno quella del futuro numero uno. Milinkovic-Savic e Berisha hanno alternato alti a tonfi clamorosi. Necessario quindi un portiere in grado di garantire costanza nel rendimento, come lo è stato per anni Sirigu prima del biennio finale di difficoltà. Chiusi i punti nevralgici dell’organico della prossima stagione, si dovrà anche ragionare su esterni e trequarti campo.

Esterni e trequartisti

Da risolvere la situazione Ola Aina, fuori da qualche mese dai radar di Ivan Juric. Il possibile prolungamento del prestito di Fares non si può considerare una risposta granché esaustiva, in termini di affidabilità sul piano fisico. Spostandoci dietro le punte, non basterà a Juric la presenza di Brekalo e Praet, entrambi a un passo dal riscatto. Difficilmente il Toro farà lo stesso con Marko Pjaca e il giovane Seck non garantisce al momento particolare affidamento. Cercasi dunque un’alternativa di qualità.

Ivan Juric
Ivan Juric
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-03-2022


19 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
valter1
valter1
1 mese fa

Stasera il capitano ha salutato la nazionale, giusto quei 5 minuti di presenza….ora il futuro sarà diverso per le sue ambizioni…

io
io
1 mese fa
Reply to  valter1

quindi potrebbe ” accontentarsi ” della maglia granata …..

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa
Reply to  valter1

dipende
Ha 28 anni, mica 32.
Se l’anno prossimo si riproponesse a suon di gol, in nazionale ci resta
Se è per quello, è più vecchio Immobile. Ma anche lui se continuasse a segnare resterebbe nel giro. Ovvio che in amichevole e lonano dai grandi eventi, provi i giovani.

ardi06
ardi06
1 mese fa

Direi Bene, è possibile che Juric scappi a gambe levate

Filippo Bull
Filippo Bull
1 mese fa

Magari prendessero Cragno, ma nn ci credo finché non lo vedo……….poi ovviamente felice di sbagliarmi et di chiedere scusa.

Ubot
Ubot
1 mese fa
Reply to  Filippo Bull

Ma non è che questo Cagno sia così forte ,poi se mi sbaglio sarò il primo a scusarmi, ma fra i pali è forte ma nelle uscite fa paura un vero disastro, non lo aiuta neanche l’altezza , con un portiere così dopo che và via Bremer il nostro migliore… Leggi il resto »

Pellegri, occasione da vice-Belotti

Nazionali, il programma di oggi: Ricci guida l’Under 21, sfida tra Rodriguez e Vojvoda