Koffi Djidji, le curiosità sul difensore ivoriano del Torino

Djidji con il cuore a metà tra la Francia e l’Africa. Le curiosità

di Veronica Guariso - 24 Aprile 2020

Quello che non tutti sanno di Koffi Djidji: ecco le curiosità sul difensore francese naturalizzato ivoriano del Torino, che si ispira a Thierry Henry

Torna l’appuntamento fisso con l’iniziativa del Torino “Quello che non tutti sanno di…”. Il protagonista questa volta è Koffi Djidji, difensore classe ’92, che svela alcune delle sue passioni e curiosità. Francia e Stati Uniti sono al centro del discorso, suddivisi tra luoghi, e cinema. Non dimentica però le sue origini africane, che rivendica con orgoglio. Sempre sorridente e pronto a mettersi in gioco, si considera gentile e testardo. L’umiltà è la qualità che rende un giocatore speciale nella sua ottica, oltre all’impegno ed alla dedizione al lavoro, qualità che appartengono al giocatore a cui si ispira, Thierry Henry. Per quanto riguarda il ruolo di allenatore, deve saper trasmettere qualcosa di nuovo, insegnare.

Koffi Djidji, le curiosità

La Francia resta al centro dei pensieri di Djidji, dove è nato e cresciuto, giocando nel Nantes. Il legame con il Paese dove ha trascorso gran parte della sua vita, non è stato certamente reso più labile dalla distanza, che potrebbe invece averlo rafforzato. É infatti la patria della Rivoluzione francese il Paese scelto tra quelli dove vivere, assieme a Stati Uniti e Israele. In fondo la città che più ama è Parigi, mentre la vacanza che più gli è piaciuta è Saint-Tropez. Il suo cuore è dalle tinte blu, bianche e rosse.

C’è però un altro luogo che lo ha conquistato, soprattutto sul fronte cinematografico e che porta gli stessi colori sulla bandiera: si tratta degli Stati Uniti. Alla domanda sulla musica che più gli piace nomina Michael Jackson, mentre riguardo al suo film preferito, Djidji risponde: “Mi piace molto “Il Miglio Verde”. I miei attori preferiti sono Denzel Washington e Sigourney Weaver.”. Le origini africane da parte del padre non passano però in secondo piano: tra i cibi preferiti colloca infatti la salsa africana, mentre il suo eroe storico è Malcolm X, che si è impegnato nella lotta dei diritti degli afroamericani.

Non è l’unico però nella sua vita. Michael Jordan e Federer sono infatti gli esempi perfetti a livello sportivo secondo il difensore granata, che segue anche tennis e atletica. Un’altra parte importante della sua vita è suo figlio, per cui farebbe qualsiasi cosa. L’obbiettivo principale per il suo futuro è infatti quello di essere un buon padre.

Djidji
Koffi Djidji of Torino FC in action during the Serie A football match between Torino FC and Atalanta BC.

1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
radice10
radice10
5 mesi fa

Giocatore volenteroso ma scarzo