L’abbraccio dei tifosi? Smorzato: Mazzarri deve lavorare (anche) sull’entusiasmo

23
Torino Filadelfia
General view during Torino FC first training of the season 2018-2019.

Oltre un migliaio di tifosi contati, ma solo circa 700 sono rimasti durante tutta la seduta: il Torino al Filadelfia riscuote qualche applauso, in attesa di vere novità

Chi ha in mente le invasioni di campo di due anni fa, gli abbracci, l’entusiasmo del raduno del nuovo Torino targato Sinisa Mihajlovic, probabilmente mantiene un ricordo sbiadito di quel che davvero vuol dire ricominciare una stagione. Beninteso: nessuna colpa a Walter Mazzarri. E forse, nessuna colpa in generale, non fosse per un calciomercato particolarmente languido che ha languidamente accompagnato un languido giugno a chiusura di una languida stagione. È inevitabile che se il rinnovamento (necessario, giacché la squadra era quella di Mihajlovic) non è avvenuto, anche l’entusiasmo dei tifosi viene messo a dura prova. Ora, è evidente che qualcosa accadrà, e probabilmente a fine luglio la curiosità di vedere il nuovo Torino (di Mazzarri, davvero) all’opera sarà anche tanta. Ma la propulsione che ieri ci sarebbe potuta stare, non è arrivata. Ed è un buon motivo di analisi.

Torino: al Filadelfia circa mille tifosi. Ma in silenzio

L’abbraccio da parte dei tifosi al Filadelfia per il Torino è infatti stato soltanto a metà. D’altra parte, il Toro si è presentato al raduno sì con molti big (BelottiSiriguBaselliNkoulouFalque, per esempio), ma con un solo volto nuovo (Izzo) e uno semisconosciuto (Rowan, in prova): davvero troppo poco per poter sperare di vedere la curiosità che solitamente caratterizza l’inizio di una nuova stagione. Che, tra l’altro, indica anche l’inizio di un nuovo sogno, per ora piuttosto smorzato. C’è tempo, certo, ma c’è anche bisogno di dare ai tifosi un segnale. Ieri, se ne sono contati circa 1300: ma sugli spalti a fare presenza fissa sono stati bene o male la metà. Al massimo un migliaio. Una quota ben lontana dagli spalti gremiti che il Filadelfia ha già avuto, negli scorsi mesi.

Torino: Filadelfia a porte chiuse

Tifosi che, per altro, già oggi si troveranno i cancelli del Filadelfia chiusi, prima della partenza per Bormio programmata per domani. Una scelta per quanto non nuova, almeno in parte discutibile: non si proveranno tattiche, i test atletici sono tutti propedeutici al ritiro di Bormio (dove, e lì sarà indiscutibilmente necessario, a volte sarà necessario lavorare al riparo dagli sguardi di tutti), e passare un bel sabato pomeriggio di sole a vedere i giocatori avrebbe forse aiutato a cambiare gli umori. Gli umori di una piazza in attesa di vedere plasmato il nuovo Torino. Per adesso, il giudizio è sospeso.

  Iscriviti  
più nuovi più vecchi
Notificami
granatadellabassa
Utente
granatadellabassa

E comunque non si può pretendere entusiasmo dopo le due ultime stagioni ed un mercato che ha portato un solo acquisto.

granatadellabassa
Utente
granatadellabassa

Come si fa a chiudere le porte già al secondo allenamento?

granatina
Utente
granatina

E infatti ha iniziato subito a lavorarci, chiudendosi subito dentro al campo d’allenamento. Pagliaccio come il suo padrone