Senza il rinvio della Lega la Lazio si è dovuta presentare all’Olimpico pur sapendo che il match contro il Toro non si sarebbe disputato

Secondo quanto riportato oggi dal quotidiano La Repubblica la pantomima di ieri con la Lazio che si è presentata allo stadio Olimpico di Roma, pur sapendo che il Torino era bloccato a Torino dal provvedimento preso dall’Asl a causa dei diversi giocatori risultati positivi al Covid-19, è costata ben 70 mila euro, di cui 15 mila spesi solo per l’organizzazione degli arbitri. Tutto questo a causa del mancato rinvio della partita da parte della Lega che non ha voluto scontentare nessuno, anche perché in ballo c’erano i diritti tv.

Le parole di Gravina

Ieri mattina, a poche ore dal match tra Lazio e Torino che si sarebbe dovuto giocare alle 18:30, il presidente della Figc Gabriele Gravina aveva dichiarato: “Credo che ci sia una oggettiva impossibilità a disputare la gara in base a quanto prescritto dall’Asl”. Come anticipato prima, nonostante queste parole, la Lega non ha disposto il rinvio e la squadra biancoceleste si è presentata allo stadio con tanto di pubblicazione della formazione attraverso i propri canali social, come se la partita si dovesse giocare. Come da regolamento la Lazio e gli arbitri hanno dovuto aspettare fino alle 19:15 prima del “rompete le righe”. Dopo il precedente tra Juve e Napoli si poteva evitare tutto questo, anche al netto delle cifre esorbitanti che sono state spese per un’altra partita che non si è giocata.

Pereira festeggiato dopo il gol di Torino-Lazio
Pereira festeggiato dopo il gol di Torino-Lazio
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 03-03-2021


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
maurone
maurone
1 anno fa

Non solo i 70000 € dovrebbero essere addebitati alla Lega, ma anche a) il costo di tutti i ricorsi e controricorsi che il mancato rinvio determinera’ , b) le parcelle degli avvocati e dei giudici che interverranno nei diversi gradi di giudizio, c) il danno morale e materiale dell’intero gruppo… Leggi il resto »

policano68
policano68
1 anno fa

Tenuto conto delle spesa che ha sostenuto per organizzare un match che anche i muri sapevano non si fosse disputato, bisognerebbe che chi giudica addebitasse le spese ai geni della lampada, così la prossima volta si svegliano anziché attaccarsi ad un protocollo che un autorità superiore può rendere inutile. Forza… Leggi il resto »

L’avvocato del Toro: “Ci auguriamo che il Giudice Sportivo non applichi il 3-0 a tavolino”

Ferigra, da emarginato a prima alternativa: Nicola lo osserva al Filadelfia