Torino 2017/2018, le pagelle: Ansaldi non tradisce, De Silvestri sorprende

Le pagelle del Torino 2017/2018, i terzini: Ansaldi non tradisce, De Silvestri sorprende

di Francesco Vittonetto - 25 Maggio 2018

Le pagelle della stagione 2017/2018 / Per Ansaldi tecnica e duttilità, De Silvestri ci mette il cuore. Barreca paga gli infortuni, per Molinaro qualche errore di troppo

Cristian ANSALDI: era arrivato nel turbine dell’ultimo giorno di mercato, dopo lo scossone Niang e l’improvviso addio di Zappacosta. Proprio lui aveva il compito di sostituire l’ex Atalanta, volato al Chelsea tra milioni e rimpianti, per il Torino. Pian piano, però, l’argentino ha spazzato via ogni rimorso. In maniera sorprendente, se si considera l’esito non proprio esaltante della stagione precedente, che lo aveva visto protagonista in maniera altalenante con la maglia dell’Inter. Fin dal gol evitato contro l’Udinese alla Dacia Arena, Ansaldi si è dimostrato affidabile interprete della difesa granata, capace di giostrare tanto sulla corsia di destra quanto su quella di sinistra della retroguardia di Mihajlovic. Solo l’infortunio invernale, che ha reso necessaria un’operazione chirurgica, ne ha rallentato il rendimento in crescendo. L’arrivo di Mazzarri, poi, lo ha rilanciato definitivamente. E come quinto di centrocampo (senza dimenticare qualche comparsata come mezzala) ha trovato un ambiente ancora più favorevole per mettere in luce tutta la sua qualità. Alla fine, si contano 25 presenze, 1 gol (contro il Cagliari) e 3 assist. Statistiche positive che gli hanno permesso anche di prendersi il Mondiale con l’Argentina. E il Toro non può che compiacersi del suo terzino. VOTO: 7.5. 

Torino 2017/2018, le pagelle: De Silvestri, il guerriero goleador

Lorenzo DE SILVESTRI: alla fine, dopo la partenza di Zappacosta, il titolare sulla destra era diventato lui. Non senza qualche scetticismo. Eppure, nella sua seconda stagione in granata, De Silvestri ha sorpreso tutti. Avvio faticoso, certo – anche se l’assist per il gol meraviglioso di Belotti contro il Sassuolo lasciava ben sperare -, ma con il passare delle giornate la fiducia, di pari passo con la condizione fisica, sono cresciute notevolmente. Anche a lui, come ad Ansaldi, il cambio tattico ha giovato. E le prestazioni ne hanno risentito non solo dal punto di vista tecnico. Due caratteristiche su tutte: grinta e spirito di sacrificio, il modo migliore per onorare la maglia granata. A tutto questo, poi, si aggiungono i 7 gol messi a segno. Un bottino da record che ne ha impreziosito ulteriormente la stagione. VOTO: 7. 

Torino 2017/2018, le pagelle: Molinaro e Barreca deludono, per motivi diversi

Antonio BARRECA: stagione sfortunata, per il canterano del Torino. Iniziata con le sirene di mercato che risuonavano da Roma – messe a tacere dall’affetto dei tifosi che a Bormio avevano esposto uno striscione contro la sua cessione – e proseguita con un brutto infortunio all’adduttore che lo ha condizionato per i mesi seguenti. Una pubalgia persistente, fastidiosa che gli impediva di scendere in campo. Ma soprattutto di proseguire una preparazione fisica adeguata per farsi trovare pronto dopo aver smaltito l’infiammazione. Si spiegano così, dunque, le 9 prestazioni in ombra della stagione. La speranza è che in futuro la buona sorte torni a sorridere. VOTO: 5.5. 

Cristian MOLINARO: un brutto infortunio, pochi squilli, diversi errori. Il bilancio della stagione del terzino lucano non arriva alla sufficienza. Partito davanti, rispetto ad Ansaldi, nelle gerarchie di Mihajlovic, l’ex Parma ha pagato qualche topica (come quella nel finale di Torino-Verona) con la panchina. Poi la frattura alla testa del perone ne ha segnato inevitabilmente il finale di stagione e, forse, della sua avventura in granata, visto lo stallo sul rinnovo di contratto. VOTO: 5.5. 

4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Cup
Cup
2 anni fa

Abbiamo pianto tutta la stagione perchè avevamo terzini inadeguati e poi salta fuori che Ansaldi e De Silvestri hanno fatto una stagione eccezionale: quindi adesso che facciamo, cediamo Barreca?

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (poppi1)
2 anni fa
Reply to  Cup

Non capisco il collegamento…boh…

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (poppi1)
2 anni fa

Giocatore assurdamente poco considerato….corsa tanta…grinta tanta…sacrificio tanto….x me 1 da Toro impreziosita da 7 gol e assist.desi non ha fatto rimpiangere zappa…anzi…..ansaldi….rotto e brocco prima ancora di arrivare…solo xché arrivato ultimo giorno al posto di zappa…scarto dell’Inter altrimenti non lo avrebbe ceduto……tanta corsa…tratta la palla con i guanti….dribling secco……avercene come… Leggi il resto »

gix
gix
2 anni fa

l’importante è trovare il modo di dare contro alla società sempre e quello di denigrarne gli aquisti è uno di quelli usati,averne di giocatori con la tecnica di Ansaldi,per noi grasso che cola