Lega Serie A riunione con Uefa per terminare campionato ed Europeo

La Lega vuole finire il campionato: oggi la riunione con l’Uefa e gli altri paesi

di Giulia Abbate - 12 Marzo 2020

Premier, Liga, Bundesliga, Liga1 e Uefa: insieme alla Lega Calcio italiana una riunione per stabilire se posticipare l’Europeo e terminare i campionati

Appuntamento a questa mattina, ovviamente in videoconferenza, per Lega Calcio italiana, Premier League, Liga, Bundesliga e Ligue1 che insieme al segretario generale dell’Uefa Giorgio Marchetti dovranno cercare di stabilire una linea comune per quanto riguarda la possibilità di terminare i campionati ed eventualmente posticipare l’Europeo. Una soluzione che non sarà certamente semplice da trovare, anche e soprattutto considerate le ultime notizie: dal contagio di giocatori come Rugani, la quarantena della Juventus e quella, probabile, dell’Inter impegnate nelle Coppe europee fino all’idea, sempre più plausibile, di bloccare anche le stesse Coppe e i campionati esteri. Un quadro complesso nel quale le quattro grandi leghe europee e l’Uefa dovranno far quadrare le esigenze non solo dei campionati in questione e delle Coppe ma anche dell’Europeo. Un quadro nel quale la posizione dell’Italia sembra più che delineata.

Lega Serie A, l’obiettivo è finire il campionato

Come già anticipato nei giorni scorsi, la posizione dell’Italia in merito al campionato di casa è più che chiara: la Lega vorrebbe puntare a terminare la stagione, una volta passata l’emergenza e avuto il via libera per riprendere le attività sportive, per rispettare gli impegni presi non solo con le società e gli addetti ai lavori ma anche con i tifosi. E sarà proprio questa l’idea che il nostro paese cercherà di portare avanti nella riunione di questa mattina forte anche del ruolo che l’Italia, e la Lega, hanno saputo ritagliarsi in questi giorni di crisi ed emergenza.

Come per gli altri settori, infatti, anche a livello sportivo l’Italia e il campionato di Serie A sono stati i primi in Europa a prendere seri provvedimenti stoppando le attività di fronte all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Adesso, con il dilagare in tutta Europa della medesima emergenza, anche gli altri stati europei cominciano a muoversi nella stessa direzione: i provvedimenti della Lega sono stati tradotti in varie lingue per essere presi ad esempio e addirittura l’Nba americana ha pensato di adottare gli stessi provvedimenti di porte chiuse messi in atto nel nostro paese prima di sospendere la stagione.

E l’Europeo?

Bloccare tutto e rimandare a data da destinarsi la ripresa dei campionati. Un’idea sempre più concreta che, tuttavia, dovrà essere presa in relazione agli impegni delle Nazionali che quest’estate dovranno ( o dovrebbero vista la situazione) affrontare l’Europeo in programma dal prossimo 12 giungo. Data nella quale dovrebbe giocarsi la prima partita ma che non può essere presa come unico riferimento.

Le Nazionali coinvolte, infatti, avranno necessità di radunarsi ben prima di tale giorno ma far coincidere con questo tutti gli impegni di leghe, campionati nazionali e coppe europee sembra un’impresa titanica. Ed ecco allora che la proposta potrebbe essere quella di rimandare proprio Euro 2020, magari posticipandolo di un anno. Tutte idee che verranno senza dubbio vagliate questa mattina quando, anche se solo virtualmente, i vertici del calcio europeo si troveranno allo stesso tavolo con l’obiettivo di gestire una crisi senza precedenti.

più nuovi più vecchi
Notificami
guidone
Utente
guidone

vergogna,vergogna e vergogna!!