Ljajic ritrova la Lazio: i biancocelesti sono la sua vittima preferita

di Giulia Abbate - 10 Dicembre 2017

Contro la Lazio Ljajic ha giocato 12 volte siglando 5 reti: il serbo insegue il gol in granata da 10 partite

Cercasi Ljajic disperatamente. Il fantasista granata sta vivendo una stagione a fasi alterne, con lampi da vero fuoriclasse che, quando si manifestano, sono un vero e proprio toccasana per il Torino ma anche con momenti di buio totale. La fiducia che Mihajlovic ripone nell’attaccante resta altissima ma questo Toro, in un momento così complesso in termini di risultati e prestazioni, non può più fare a meno del vero Ljajic. Il talento serbo non può più essere un’arma a mezzo servizio e i granata non hanno tempo da perdere: serve ritrovare grinta, determinazione e soprattutto il fiuto del gol. Già, il gol, quello che a Ljajic e, più in generale agli attaccanti granata, manca da ormai troppe partite. Dopo le due reti nelle prime due giornate di campionato contro Bologna e Sassuolo, infatti, l’appuntamento con la rete avversaria non è più stata una costante nella stagione di Ljajic che ha siglato l’ultima rete nel match contro l’Udinese del 20 settembre scorso. La stessa partita che ha visto anche l’ultimo gol del Gallo Belotti in campionato. Poi, dieci match nei quali alla voce marcatori non compare mai il nome di Ljajic.

E se Belotti sta cominciando a dare qualche segnale di miglioramento, il fantasista del Toro resta imbrigliato in una rete di alti e bassi da cui fatica a staccarsi, nonostante i tentativi di spronarlo da parte di Mihajlovic non manchino di certo. “Anche Ljajic può finire in panchina” aveva infatti dichiarato alla vigilia del match contro l’Atalanta. Segno che da Ljajic il tecnico, ma non solo, pretende molto di più. L’occasione per dimostrare di poter essere davvero fondamentale per la formazione granata, Ljajic ce l’avrà già domani sera contro la Lazio. Una partita che potrebbe infatti consentire al numero 10 serbo di sbloccarsi, ritrovare il gol e tornare a fare davvero il fuoriclasse. È proprio la Lazio, infatti, a rappresentare la vittima preferita per Adem Ljajic. Dalla Fiorentina alla Roma passando per la parentesi all’Inter, l’attaccante granata ha collezionato un totale di 12 presenze da avversario dei biancocelesti siglando ben 5 reti. Tra queste anche quella dello scorso anno.

Ljajic vestiva proprio la maglia del Torino e nel match di andata, giocato allo stadio Grande Torino, trasformò il rigore che consentì alla formazione granata di agguantare il pareggio e chiudere il match sul 2-2 finale. Una costante interrotta soltanto nella gara di ritorno che, tuttavia, non cambia le carte in tavola: la Lazio resta un bersaglio particolarmente gradito a Ljajic. Ma non finisce qui. Non solo l’attaccante sfiderà la squadra contro la quale ha siglato il maggior numero di reti in Serie A, ma lo farà sotto la guida di quello che, indubbiamente, è stato il suo miglior mentore. Mihajlovic, infatti, resta il tecnico che ha saputo, negli anni e con maglie diverse, valorizzare al meglio il fantasista e i numeri lo certificano: 83 presenze, 18 reti e 26 assist. Insomma, lunedì sera Ljajic si troverà di fronte alla sua vittima preferita con in panchina il tecnico con cui ha ottenuto le maggiori soddisfazioni. Una coincidenza che potrebbe restituire al Toro il suo vero numero 10.

più nuovi più vecchi
Notificami
TRAPANO
Utente
TRAPANO

Liajic ritrova la Lazio ok … e noi quando ritroviamo liajic ?