Longo, solo due sostituzioni in Torino-Parma. Le sue spiegazioni

Longo, niente cinque sostituzioni (per ora): contro il Parma ne usa due. E spiega perché

di Francesco Vittonetto - 23 Giugno 2020

Emergenza infortuni, panchina infarcita di giovani, ma anche la voglia di non “cambiare solo per cambiare”. Longo ha usato solo due sostituzioni. E contro l’Udinese…

Dentro Ola Aina e Sasa Lukic, fuori Alex Berenguer e Simone Edera. Stop. Moreno Longo, nella sfida contro il Parma, ha fatto ricorso solo a due sostituzioni sulle cinque attualmente concesse. Non ha sfruttato, insomma, la nuova regola introdotta durante la sospensione per l’emergenza coronavirus. Ha preferito operare solo due cambi contenitivi per evitare guai, togliendo un esterno più offensivo come lo spagnolo per inserire il nigeriano e rinunciando a un rifinitore-ala rimpiazzandolo con un centrocampista che al Toro ha fatto spesso l’incontrista.

Tanti Primavera, out in tre: così il Torino usa solo due cambi

La panchina, d’altronde, non era per il resto particolarmente affollata. Fuori sono rimasti, nei fatti, i soli Millico, Adopo, Djidji, Lyanco e Singo, oltre ai Primavera aggregati Ghazoini, Celesia e Freddi Greco. Un solo uomo d’offesa (Millico, appunto), due centrocampisti, due esterni e tre difensori centrali. Ma soprattutto cinque ragazzi molto giovani, che con i campi di Serie A hanno chi scarsa, chi nulla dimestichezza.

Complici gli infortuni di Ansaldi, Baselli e Verdi, Longo si è ritrovato quasi privo di alternative. E ciò accadrà anche nella sfida ormai prossima contro l’Udinese.

Ma la spiegazione della rosa corta non esaurisce il tema. Sul quale si è espresso sabato proprio il tecnico granata: “Vedevo la squadra che teneva bene il campo e secondo me non c’era bisogno di fare i cinque cambi. Stavamo bene con quelli che eravamo dentro”. Non bisogna cambiare tanto per farlo. Se le cose andranno per il verso giusto, dunque, anche questa sera sarà lecito attendersi un intervento ridotto all’osso dalla panchina. Da un lato per penuria di risorse, dall’altro per non intaccare gli equilibri che eventualmente potrebbero crearsi.

Nicolas Nkoulou esulta con Tomas Rincon
Nicolas Nkoulou esulta con Tomas Rincon

5 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Fabio (febius6)
Fabio (febius6)
1 mese fa

Non poteva certo rispondere: “mi sono girato verso la panchina, ho visto chi c’era e mi è venuto da piangere”! Chissà come si sarebbe comportato Tavernello, lui che ha sempre sbandierato il desiderio di avere più cambi chiedendo contestualmente una rosa ridotta all’osso…

Charlie66
Charlie66
1 mese fa

vuoi dire che non era coerente? ahahah 😀

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
1 mese fa

Il Toro con il Parma ha fatto benino. Ma soprattutto fino all’ultimo ha dimostrato di esserci e di voler vincere la partita.
Quindi Longo ha fatto bene.

Bagna cauda
Bagna cauda
1 mese fa

Giusto

Charlie66
Charlie66
1 mese fa

mah, io millico e lyanco (o singo) li avrei messi…