Lyanco, tra Brasile e Torino: sogna Tokyo e lavora per Longo - Toro.it

Lyanco, tra Brasile e Torino: sogna Tokyo e lavora per Longo

di Francesco Vittonetto - 7 Marzo 2020

Tornato tra i convocati della Nazionale Olimpica brasiliana, Lyanco sta lavorando (e segnando) al Filadelfia: Longo punta su di lui

La pista rossa di atletica, l’acqua azzurra di una piscina, un campo di calcio: luoghi di sport, che inseriti nella cornice olimpica diventano palcoscenico di ambizioni. L’emozione di Lyanco chi non ha mai potuto concretamente pianificare un prossimo approdo alle Olimpiadi può solo immaginarla. Il difensore brasiliano classe 1997 il teatro di Tokyo vuole conquistarselo con il Brasile Under 23. Il c.t. Jardine lo ha inserito tra i convocati per gli ultimi appuntamenti di preparazione. E lui, che della Seleçao Olimpica era diventato capitano prima del brutto infortunio di novembre – un fallaccio subìto nella sfida contro l’Argentina lo costrinse ad un lungo stop – è ora pienamente pronto ad affrontare le prossime sfide.

Lyanco, infortunio alle spalle: ora lavora al Filadelfia

I mesi ai box sono un lontano ricordo. Il centrale è tornato da più di un mese al centro del Torino. Soprattutto da quando Moreno Longo è subentrato sulla panchina granata. Certo, il fisico va tenuto al riparo da ogni rischio. Per questo Lyanco ha riposato a Napoli (lasciando spazio a Bremer) e sta continuando un lavoro specifico e personalizzato con l’aiuto del suo fisioterapista, che era sulle tribune del Filadelfia lunedì scorso.

Ma nei piani del tecnico granata è lui il titolare della difesa a tre, dove Izzo e Nkoulou sono gli inamovibili e poi c’è la terza maglia diventata nel corso della stagione incognita (e forse di conseguenza) punto debole. La certezza, spera Longo, potrebbe arrivare con il numero 4.

La doppietta e il lavoro specifico: i progressi con Longo

In attesa che torni la Serie A – il Torino tornerà in campo il 14 marzo, avversaria l’Udinese -, il centrale sta lavorando alacremente al Fila. A inizio settimana si è concentrato su un approfondimento tattico con Asta e Moretti, poi nell’amichevole contro la Primavera di mercoledì ha messo a segno una bella doppietta.

Filadelfia_allenamento
Lyanco, Djidji e Bremer impegnati nell’allenamento con Asta e Moretti

Gol ufficiosi, sì, ma che portano buoni segnali. Lyanco c’è, sogna Tokyo e intanto suda e segna per il Toro. Che va risollevato, anche passando per la solidità difensiva.

2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
FT
FT
7 mesi fa

Cioè …… noi lo alleniamo e poi lui gioca in nazionale …. siamo proprio dei cogl…ni . Da vendere a giugno insieme ai fenomeni che non vedono l’ora di andarsene ( e non faccio nomi ).

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
7 mesi fa

l’ultima volta che glielo abbiamo mandato ce lo hanno restituito rotto
e non era un infodrtunio muscolare, quindi non meniamola con la fragilità del giocatore
fu un entrata killer di un avversario, con tanto di video che ha girato per giorni