Il centrocampista granata, Rolando Mandragora, ha rilasciato un’intervista dal ritiro di Santa Cristina parlando di Belotti e Juric

Rolando Mandragora è intervenuto ai microfoni di Sport Mediaset. Due sono stati i temi principali affrontati dal centrocampista granata. Il primo riguardo al lavoro con il nuovo allenatore Ivan Juric iniziato al Filadelfia e che sta proseguendo nel ritiro a Santa Cristina in Val Gardena. Il secondo tema è stato il futuro del capitano Belotti, neo campione d’Europa con l’Italia. Mandragora sul tecnico croato ha dichiarato: “Mi hanno impressionato di lui la cura nei dettagli e la sua carica nel creare entusiasmo“. Su Belotti ha aggiunto: “Belotti? Noi lo aspettiamo qui in ritiro per abbracciarlo ed averlo qui con noi, in modo che ci possa dare una grande mano”.

Mandragora: “Vogliamo fare una grande stagione”

Ai microfoni del canale web del sito ufficiale del Torino, Rolando Mandragora ha aggiunto: “Siamo determinati e concentrati, abbiamo voglia di fare una grande stagione, stiamo lavorando sulla cura del dettaglio, sull’intensità del lavoro e penso che questo ci possa portare a centrare gli obiettivi. Stiamo bene insieme, c’è anche un po’ di sana concorrenza che fa bene al gruppo e aiuta a crescere tutti quanti”.

Mandragora ha poi parlato della squadra: “Juric mi ha indicato come un leader di questa squadra? Sono contento delle parole del mister. Ma per raggiungere i nostri obiettivi non bastano 3/4 leader ma ne servono 25. Abbiamo bisogno di persone che hanno voglia di migliorarsi, di aiutare. Questo è quello che ci può portare più lontano”.

Sempre su Juric: “Mi piace molto la metodologia del lavoro, il mister ci chiede intensità fisica e mentale. Si vede molto la cura di ogni minimo particolare, a partire dal lavoro del nutrizionista e fino ai video che vediamo in palestra”.

Mandragora: “Prima raggiungano una posizione tranquilla. Poi…”

Sulle sue caratteristiche: “La mia grinta? Quella del Toro è una piazza esigente, bella, che merita che ci sia grinta, voglia di non mollare, voglia di raggiungere obiettivi anche in maniera sporca. Come squadra dovremmo fare più punti possibile per raggiungere il prima possibile una posizione tranquilla e poi pian piano penseremo a raggiungere gli altri obiettivi e ad arrivare a risultati che ci possano dare soddisfazioni a noi e ai tifosi”.

Mandragora ha poi parlato del ritiro: “I tifosi qua in ritiro ci accolgono sempre in maniera positiva, ci chiedono delle foto, autografi, video. Per noi è bello vederli sugli spalti a guardarci”.

Poi sul ritiro: “I momenti più divertenti in ritiro? Oltre che gli allenamenti ci divertiamo anche in hotel con qualche scherzo, giocando alla PlayStation e poi abbiamo fatto anche una grigliata”

Rolando Mandragora
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 22-07-2021


8 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Troposfera Granata
Troposfera Granata
3 giorni fa

25 leaders?!
Ma voi riuscite e immaginarveli il pesce lesso Verdi, o l’introverso Baselli, o lo sventatello Aina, come leaders in questo gruppo?

Ultrà
4 giorni fa

ma l’intervista è stata autorizzata? non ha parlato del Donnarumma Serbo…ah no è in onda su M3rd@set…

Andreas
Andreas
4 giorni fa

Le parole dal ritiro sembrano ottimistiche e sognanti … poi però inizia la realtà del campionato

Singo, esordio vincente della Costa d’Avorio a Tokyo: il granata in campo per tutti i 90 minuti

Un po’ carota e un po’ bastone: così Juric vuole spronare Aina