La conferenza stampa di presentazione di Meité al Milan: “Al Toro da tanto tempo non vincevamo. Pesava una questione mentale”

Al Milan, quello di oggi è il giorno di Meité che proprio pochi minuti fa è stato presentato in conferenza stampa. Un’occasione per fare il punto sulla sua nuova esperienza in rossonero ma anche per parlare del Toro: “Al Torino era diverso. Da tanto tempo non facevamo vittorie e mentalmente non si giocava al meglio. Nel primo tempo più volte eravamo in vantaggio e nel secondo tempo subivamo. C’era una questione mentale a pesare. Giampaolo e Pioli? Allenano in maniera diversa, hanno idee differenti. Con Pioli comunque le cose stanno andando bene, invece prima non stavano funzionando con Giampaolo. Il mister ha un modo di giocare che mi piace. Quando si ha palla siamo sempre in movimento. Quando non l’abbiamo pressiamo bene per recuperarla“.

Il centrocampista: “Volevo venire al Milan”

E sul suo ruolo: “Un centrocampista deve saper difendere e attaccare, io gioco sempre così. In mezzo tocchi sempre tanti palloni e questo mi piace. E’ un momento emozionante della mia carriera, il Milan è la squadra più grande in cui sono stato. Quando arrivi in un club primo e con Ibra che fa così a 40 anni, io posso solamente prendere esempio e fare ancora di più“.

E ancora: “Questa è una chance importante che può cambiare la mia carriera. Il Milan è una grande squadra e se faccio bene qui posso cambiare, saranno mesi importanti questi. Quando ho saputo del Milan? Ero molto contento. C’erano anche altre squadre, però quando ho sentito il Milan non ho pensato a niente, volevo venire qui. Il mio agente mi ha chiamato e mi ha detto che dovevamo parlare con Maldini, ero contento”.

Soualiho Meité
Soualiho Meité
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 20-01-2021


27 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
bombereleven
bombereleven
8 mesi fa

Mi mancherai come mi mancherà la mer..di Masio quando se ne andrà, uguale uguale…

Ultrà
Ultrà
8 mesi fa

domandati perchè sei al Milan…se le cose non funzionavano con il Maestro (e con Longo…e con Uolter…) Vedremo se le cose sono andate bene…con Pioli…a Giugno…

Emil
Emil
8 mesi fa

“Quando si ha palla siamo sempre in movimento. Quando non l’abbiamo pressiamo bene per recuperarla“.
Esattamente il contrario di quello che hai fatto in questi anni. 5 partite buone . E basta.

Emil
Emil
8 mesi fa
Reply to  Emil

Alla fine è inutile discutere se è un brocco o meno , da noi è stato brocco

Arturo
Arturo
8 mesi fa
Reply to  Emil

Esatto. magari al Milan troverà le condizioni giuste e diventerà un fenomeno, ma anche in questo caso non dovremo rimpiangerlo. Da noi non lo è mai stato e non lo sarebbe più diventato.

Rimpianto Falque: con Nicola era titolare e ha salvato il Genoa

Baselli, ora tocca a Nicola: il nuovo tecnico deve rilanciarlo