Milan, per Gattuso è emergenza infortuni ma nel mirino c’è la Champions

10
Gattuso
CAMPO, 29.11.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 4.o turno di TIM Cup, TORINO-PISA, nella foto: Gennaro Gattuso

La presentazione del Milan / Gattuso ritrova Higuain ma deve risolvere il rebus infortuni: nel mirino c’è la Champions

Non mollare, stringere i denti fino a gennaio e puntare dritti verso l’obiettivo Champions: questo il mantra del Milan di Gattuso che nonostante i tanti problemi e gli alti e bassi fatti registrare in questa prima parte di campionato si gode un quarto posto in classifica che non può non far filtrare ottimismo. La rincorsa alla Champions sarà lunga e la concorrenza è spietata tanto che le uniche 3 sconfitte patite dal Diavolo sono arrivate proprio contro le dirette concorrenti come Napoli, Inter e Juventus. Tuttavia, i rossoneri hanno dimostrato di essere squadra ostica, capace di ricompattarsi davanti ai problemi e soprattutto non priva di ambizioni. Una formazione che è certamente lo specchio del proprio allenatore: bel gioco, con un equilibrio forse ancora da perfezionare ma grinta e cattiveria a profusione. Un Milan alla “Ringhio”, insomma che domenica sera avrà senza dubbio l’obiettivo di portare a casa i tre punti contro il Torino per blindare il 4° posto e, in caso di passo falso dell’Inter contro la Juventus, portarsi a ridosso proprio dei nerazzurri ora davanti di 4 lunghezze.

Milan, emergenza infortuni: si pensa anche al mercato

Quello di dicembre, per il Milan, sarà certamente un mese decisivo. I punti in palio in campionato fanno gola e in Europa League c’è da passare il turno contro l’Olympiacos. E a complicare il tutto, rendendo l’ambiente ancora più elettrico, c’è anche il verdetto, atteso per fine anno, dell’Uefa. Situazione contorta senza dubbio a cui si aggiunge anche l’emergenza infortuni. Gattuso, infatti, deve fare i conti con un’infermeria che continua ad essere strapiena: da Caldara a Musacchio, passando per Romagnoli, Strinic, Biglia e Bonaventura gli indisponibili continuano ad essere molti e Ringhio, anche contro il Torino, dovrà correre ai ripari.

Dal canto suo, la società si sta muovendo per regalare al proprio tecnico i rinforzi necessari e così ecco che dopo la certezza dell’arrivo di Paquetà continuano a farsi sempre più insistenti i rumors attorno al possibile ritorno di Ibrahimovic senza dimenticare la suggestione Fabregas, vero pallino di Gattuso. E proprio l’ex centrocampista rossonero dovrà essere bravo a smorzare le voci attorno a possibili arrivi e partenze per tenere i propri ragazzi concentrati solo sul campo, facendo di necessità virtù e puntando su quelli che si stanno rivelando i migliori uomini a disposizione del tecnico.

Milan, la stella Cutrone e il dilemma Higuain: contro il Torino servirà l’apporto di tutti

Se la situazione nel complesso è a dir poco arzigogolata, è pur vero che il Milan deve pensare di partita in partita per evitare di lasciare per strada punti preziosissimi che potrebbero costar caro nella corsa alla Champions. E proprio in questo senso a Gattuso e al Milan, contro il Torino, servirà l’aiuto di tutti gli abili e arruolabili, tra cui tornerà anche Higuain. Al Pipita la rete manca da oltre un mese e la squalifica rimediata nella sfida contro la Juventus non ha di certo aiutato, ma la squadra non può pensare di fare a meno dei gol del proprio attaccante che dovrà ritrovare al più presto una condizione accettabile, soprattutto dal punto di vista mentale. Intanto, con il Pipita fuori, il Milan ha trovato un Cutrone in più: contro il Parma è stato decisivo e anche in vista di domenica potrebbe essere un’arma in più per Gattuso.

Please Login to comment
6 Comment threads
4 Thread replies
1 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
9 Comment authors
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)RobinAthosAlberto FavaGranataDentro Recent comment authors
  Iscriviti  
più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
Utente
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)

L’unica partita giocata e vinta molto bene, risale a più di un mese fa. Poi 4 partire più o meno squallide. Tuttavia il milan non è affatto fenomenale, anzi, a parte Suso e Cutrone, è una squadra “normale” con qualche defezione importante. Ovvio che se vai lì con palla lunga… Leggi il resto »

Athos
Utente
Athos

Risultato di domenica sera Milan-Toro 2:4

Alberto Fava
Utente
Alberto Fava

Vado OT, e me ne scuso in anticipo.
Io uno come Gattuso lo vedrei bene al Toro.