Top e Flop di Milan-Torino 4-2,sfida di Coppa Italia 19-20

Bremer si improvvisa goleador ma non basta: i Top e i Flop di Milan-Torino

di Veronica Guariso - 29 Gennaio 2020

I Top e i Flop di Milan-Torino 4-2 / Una prima reazione alla sconfitta con l’Atalanta, grazie alle reti di Bremer, insufficienti a passare il turno

Un inizio traballante, poi una reazione nella ripresa, con Bremer resosi protagonista. Infine il crollo a fine secondo tempo, con il pareggio del Milan e la vittoria poi ai tempi supplementari. Una sfida dalle sfaccettature più varie quella tra Milan e Torino, valida per i quarti di Coppa Italia. Ad avere la meglio i rossoneri, che in Semifinale affronteranno la Juventus. Il Toro però ha dimostrato di avere ancora qualcosa da dire, cosa non poi così scontata dopo il 7-0 in casa contro l’Atalanta di pochi giorni fa. Gli sforzi sono stati insufficienti a portare a casa il passaggio del turno, ma è emerso qualche segnale positivo. Ecco dunque i Top e i Flop della sfida con il Milan.

Coppa Italia, Milan-Torino 4-2: i Top

La risposta dopo lo 0-7 contro l’Atalanta. Non tutto è perduto, come si suol dire, è il Toro lo ha dimostrato. Contro i Milan, ha infatti cercato di fare il possibile per passare il turno, reagendo alla brutta caduta rimediata contro l’Atalanta. Il rischio di un crollo definitivo era alto, ma il ritiro punitivo messo in piedi da Mazzarri è servito a restituire un po’ di quel cuore e quel coraggio andati persi contro i bergamaschi. Un aprima risposta c’è stata, ma le prossime partite costituiranno la vera prova del nove.

Bremer, il goleador che non ti aspetti. Contro i rossoneri c’è stato un ribaltamento di ruoli nella formazione granata. Entrambi i gol sono infatti arrivati da un difensore, Gleison Bremer, che ha così dato vita alla prima doppietta in carriera. Il primo gol, soprattutto, ha lasciato esterrefatti gli avversari: una cavalcata verso l’area avversaria, seguita dall’inserimento perfetto al momento giusto, coronato dal tap-in vincente. Il secondo è poi arrivato grazie ad un colpo di testa, ed ha permesso ai granata di andare in vantaggio. Ottima prestazione sia da punto di vista difensivo che offensivo per il brasiliano.

Il secondo tempo. Se l’inizio si è volto dopo poco a favore dei padroni di casa, il Torino ha però saputo reagire al momento giusto, ritrovando fiducia e dominando il gioco nella secondà metà della partita. Il caos iniziale ha ritrovato il suo ordine, dando fiducia ai granata, che sono anche riusciti a restare in vantaggio dal 71′, fino all’ultimo minuto del tempo regolamentare, quando è poi arrivata la beffa targata Calhanoglu.

Coppa Italia, Milan-Torino 4-2: i Flop

La paura iniziale. Un inizio poco scoppientante per Mazzarri ed i suoi, scesi in campo con un po’ di timore, strascico del 7-0 rimediato contro l’Atalanta. Era plausibile e si è concretizzato, con i rossoneri che sono riusciti a mantenere il controllo della sfida, grazie anche ad una prestazione in crescendo. Il Toro è infatti stato schiacciato dal gioco avversario, trovando poi la reazione al gol del pareggio, arrivato al 34′.

La vittoria in rimonta del Milan. Ancora una volta, il Toro non è riuscito a portare a casa la vittoria. Dopo una prima rimonta, ottenuta con la doppietta di Bremer, ogni sforzo è stato reso vano dalla rete all’ultimo di Calhanoglu, che ha permesso al Milan di poter andare ai supplementari. Sembrava chiusa, ma ancora una volta, la partita è stata riaperta, dando il colpo di grazia ai granata, esausti e provati. Un brutto colpo, che sta caitando troppo spesso ultimamente.

più nuovi più vecchi
Notificami
Vladi49
Utente
Vladi49

Incominciamo con il dire l’Atalanta tutta altra roba, poi abbiate l’onestà intellettuale nel dire che la partita la decisa la direzione arbitrale, primo non espellendo rebic per gomitata a Izzo, 2 negli 15 minuti ha sempre solo fischiato a favore del Milan non concedendo al Toro nessuna ripartenza detto ciò… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini da non confondere con i delusi/arrabbiati)
Utente
GD ( 0.3ini da non confondere con i delusi/arrabbiati)

nel primo tyempo squadra contratta. intimoita. mentre i rebic vari facevano le giocatine che come diceva giustamente il telecronista, si provano quando si è in fiducia, i nostri giocavano contratti. impauriti. poco prima e nostro 1 gol qualche timido segnale. ma dopo il nostro primo gol e a inizio secondo… Leggi il resto »

Mondo
Utente
Mondo

Ma parli tu di lavoratori… Tu che non fai un caxxo tutto il giorno

ardi06
Utente
ardi06

Visto che giustamente te la prendi con mazzarri, perché non con cairo che è colui che lo tiene in sella?