Contro l’Udinese Milinkovic-Savic prenderà il posto di Sirigu: l’occasione per convincere Nicola e giocarsi la permanenza al Toro

Contro l’Udinese potrebbe essere il giorno di Milinkovic-Savic. Con Sirigu non a disposizione, infatti, sarà con tutta probabilità il portiere serbo a dover difendere i pali granata nel prossimo match di campionato, in programma sabato 10 Aprile alle 20:45. Un’eventualità che permetterà al portiere di ritrovarsi tra le mani l’occasione perfetta per riscattare le poche e deludenti prestazioni messe in campo con Giampaolo e cercare di convincere Nicola. Soprattutto in vista della prossima stagione.

Milinkovic-Savic, con Giampaolo poche chance e poche certezze

Contro Roma e Bologna, nel girone di andata, la sua presenza tra i pali granata era arrivata quasi per caso. Il crollo nelle prestazioni di Sirigu, apparso spento e a tratti irriconoscibile, aveva infatti spinto Giampaolo ad una mossa tecnica dura: fuori il portiere Azzurro e dentro l’estremo difensore serbo. Un cambio che doveva servire soprattutto a Sirigu come spinta motivazionale, come occasione per ritrovarsi e ritornare al suo posto.

Ma che, almeno sulla carta, sarebbe dovuta servire anche a Milinkovic-Savic per mettersi in mostra sfruttando uno spazio che, in situazioni diverse, non avrebbe avuto. Eppure le prestazioni in campo non sono state quelle attese. Poche certezze, interventi stentati ed errori che, invece di dare sicurezze al Torino, hanno contribuito a creare ulteriori problemi alla truppa granata (come l’errore sulla respinta che ha generato l’azione del gol di Mkhitaryan contro i giallorossi).

Con l’Udinese l’occasione da dentro o fuori

Adesso, un girone dopo, l’occasione per Milinkovic si ripresenta. E di nuovo per uno strano gioco del destino. Ma questa volta per il portiere serbo la chance sarà da dentro o fuori. In panchina non c’è più Giampaolo e Nicola, nonostante reputi i suoi uomini tutti utili alla causa del Toro, ha bisogno di segnali forti e certezze. Ed è proprio per questo che in ballo non c’è solo la partita contro l’Udinese: il Torino dovrà necessariamente strappare più punti possibile e ogni errore rischia di essere quello fatale ma in gioco c’è anche il futuro dello stesso portiere.

Il contratto del giocatore, infatti, è in scadenza a giugno e per strappare la permanenza al Torino ci sarà da convincere soprattutto Nicola. Ad inizio stagione (ne avevamo parlato qui) era stato Giampaolo a chiedere alla società di trattenere Milinkovic-Savic ma il suo esonero ha di fatto rimesso tutto in discussione. Il portiere classe 97, dunque, dovrà ripartire da zero per costruirsi un’immagine diversa da quella data nei pochi match disputati in stagione e conquistarsi la fiducia del nuovo tecnico. E il primo mattoncino sarà proprio la sfida contro l’Udinese: in caso di errore, però, rischia di essere anche l’ultimo.

Vanja Milinkovic-Savic
Vanja Milinkovic-Savic
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 06-04-2021


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Mikechannon
Mikechannon
6 mesi fa

Inizino a difendere come si deve e poi cominciamo a parlare dei portieri,mezzes…e. Allison 3 pappine ieri sera per colpa dei difensori

michele-miva "mi sembrava il toro pauroso di ventura"
michele-miva "mi sembrava il toro pauroso di ventura"
6 mesi fa

ma che rinnovo. Un portiere che non è un portiere…..disastroso. Io spero che giochi uikani o come si scrive. Per carità.

Udinese, stagione in rimonta ma Gotti non si accontenta: “Servono punti”

Pasquale Bruno: “Alla Juve tutti simulatori. Nedved Pallone d’Oro anche in quello”