La presentazione dell’Udinese / I bianconeri arrivano da 2 ko consecutivi. Contro il Toro vogliono ripartire

Metabolizzato il pareggio contro la Juventus, che ha dato finalmente al Torino la consapevolezza che con la mentalità e l’approccio giusto nessun avversario è impossibile, Belotti e compagni sono chiamati alla prova del nove contro l’Udinese. Classifica alla mano, quella contro il bianconeri non sarà uno scontro diretto (9 sono i punti che separano i granata dalla squadra di Gotti) ma le sole due lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione non permettono certo di dormire sonni tranquilli. Dal canto loro, i friulani arrivano da una doppia sconfitta contro Lazio e Atalanta e difficilmente faranno sconti al Torino.

Udinese, un inizio stentato poi la risalita

Soprattutto perchè la classifica, che vede i bianconeri 12^ a quota 33 punti (8 vittorie, 9 pareggi, 12 sconfitte), lascia ancora aperte diverse possibilità con Bologna e Sampdoria che distano rispettivamente 2 e 3 lunghezze. Una situazione che è frutto di una rimonta costruita perfettamente da Gotti e i suoi uomini partiti, ad inizio stagione, con addirittura 5 sconfitte nelle prime 6 giornate. Intervallate solo dalla vittoria contro il Parma alla 4^ uscita stagionale. Un inizio che nel girone di andata aveva visto la formazione bianconera, alla vigilia del match contro il Toro, in piena lotta salvezza esattamente come i granata.

Poi, una lenta e costante risalita. Il successo contro il Torino e il doppio pareggio con Crotone e Cagliari negli scontri diretti hanno dato la giusta spinta ai friulani che si sono staccati dalla zona retrocessione e hanno invertito il trend stagionale. Se prima erano i pareggi e le poche vittorie a intervallare una lunga sequela di sconfitte, adesso è esattamente l’opposto: prima del Ko contro Lazio e Atalanta, nelle ultime due sfide, infatti, i bianconeri erano reduci da un filotto di 5 risultati utili consecutivi. E se si escludono le prime 6 giornate di campionato di cui si parlava poc’anzi, mai l’Udinese ha inanellato più di due sconfitte consecutive in campionato.

Gotti vuole impegno e punti e spera nel “ritorno” di De Paul

E nel post partita del match contro l’Atalanta, è stato lo stesso Gotti a richiamare all’ordine i suoi e suonare la carica: “Questa classifica, per noi, non deve essere un punto d’arrivo. Voglio ancora il massimo impegno e dobbiamo ottenere altri punti“. Punti che i bianconeri cercheranno già contro il Torino. Una sfida nella quale il tecnico si affiderà a uomini come Okaka e Forestieri e anche a Braaf, lanciato da Gotti proprio nel match contro gli atalantini, ma per cui spera di ritrovare anche e soprattutto il migliore De Paul, che contro i bergamaschi è apparso appannato e spento, privando l’Udinese di uno dei principali punti di riferimento autore di 6 reti stagionali.

De Paul e Vojvoda
De Paul e Vojvoda

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 06-04-2021


1 Comment
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Luca@iltorosonoanchio (ex granatapersempre)
Luca@iltorosonoanchio (ex granatapersempre)
7 mesi fa

Alla fine come al solito siamo qui a sperare che ci sia continuità di prestazione, perchè con i gobbi la prestazione c’è stata e c’è stata anche l’idea di un calcio un minimo propositivo e forse finalmente l’idea che non bisogna chiudersi ad aspettare di prendersi la pera prima di… Leggi il resto »

Buongiorno sempre più convincente: è una certezza per il futuro

Milinkovic-Savic, occasione Udinese: in ballo c’è anche il rinnovo