Torino, Longo sugli obiettivi della squadra di Giampaolo

Torino, anche Longo lo dice: “L’obiettivo non può essere la salvezza”

di Giulia Abbate - 13 Ottobre 2020

L’ex tecnico del Torino Longo sugli obiettivi dei granata: “Se prendiamo la rosa del Toro e la mettiamo a lottare per la salvezza c’è qualcosa che non va”

Il lato sinistro della classifica, l’Europa, una salvezza tranquilla: a quale traguardo può davvero aspirare il Torino di Giampaolo in questa stagione? Una domanda alla quale la società, se si escludono le poche dichiarazioni del presidente Cairo in questo senso, non ha ancora dato una risposta. Tuttavia, pensare che società, tecnico e giocatori stiano lavorando senza avere di fronte un orizzonte ben preciso è semplicemente impensabile. E allora perchè non dire qual è quell’orizzonte e quanto distante è stato posto? Soprattutto in relazione agli investimenti fatti sul mercato e al valore della rosa a disposizione di Giampaolo.

L’ex tecnico granata: “Il Toro non deve lottare per la salvezza”

Dettagli non poi così irrilevanti, come ha fatto notare l’ex tecnico del Torino Moreno Longo, ospite su GRP ad “Orgoglio Granata”: “Il Torino per l’organico che ha non deve lottare per la salvezza. Poi il campionato dirà quali sono i valori, ma se noi prendiamo la rosa del Toro e la mettiamo a lottare per la salvezza c’è qualcosa che non va. Già a cominciare dalla partita con il Cagliari c’è bisogno di punti, anche perché così Giampaolo potrà lavorare con maggiore serenità. Con i punti si lavora meglio, senza diventa tutto più difficile”.

Insomma, l’ottavo monte ingaggi della Serie A e un allenatore che risulta essere il 9° più pagato del campionato lasciano davvero poco spazio agli alibi. Investire in una società, anche calcistica, non può essere un divertimento fine a se stesso. Gli investimenti chiamano altri investimenti ma soprattutto pretendono risultati. In qualunque settore, anche e forse soprattutto in quello sportivo. Ed ecco perchè anche il Torino non può più nascondersi. Perchè se da un lato fissare dei traguardi, porre l’asticella in punto ben preciso, può portarsi dietro un carico di pressione non indifferente, è altrettanto vero che pensare di affrontare la nuova stagione senza porsi degli obiettivi precisi e concreti sarebbe come mandare Giampaolo e i suoi allo sbaraglio.

Moreno Longo
Moreno Longo

23 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
davidone5
davidone5
14 giorni fa

Con i giocatori che abbiamo e con quelli che mancano arrivare a metà classifica sarebbe come vincere il campionato, sarebbe stato diverso fossero arrivati anche Torreira, Andersen e Ramirez e se ne fossero andati quelli inguardabili.

T
T
14 giorni fa

DIchiarazione chiaramente perbenista e di facciata. E di fronte alle telecamere ci sta. Se è praticamente la stessa squadra che lui stesso ha fatto una fatica tremenda a salvare, non è logico escluderla adesso dalla lotta salvezza. A meno che non la si dia già per spacciata e non può… Leggi il resto »

Vegeta
Vegeta
14 giorni fa

Quella di Longo è p.ara.cul.agine… arriva lui con un Toro decimo; ok aveva perso male due partite…; e dice che Salvarsi sarebbe stato un miracolo… allenano gli altri e le aspettative devono essere più alte. O lui stesso sa di valere meno della metà di un Giampaolo qualsiasi (come allenatore… Leggi il resto »

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
14 giorni fa
Reply to  Vegeta

ha parlato di salvezza con una squadra allo sbando. ma gli stessi giocatori hanno l’8° monte ingaggi, quindi non si può parlare ora disalvezza
per me esprime un pensiero logico. e tra tutti i difetti mi sembra che i lpara.cubismo non sia da menzionare

Casao92
Casao92
14 giorni fa

Secondo me è sbagliato basare le aspettative guardando il monte ingaggi.

pen-nina
pen-nina
14 giorni fa
Reply to  Casao92

esatto… io le baserei guardando il bel campionato di due anni fa… più verdì, più rodriguez, più linetty ecc ecc…