Curioso episodio negli ultimi minuti di Napoli-Torino: Okereke era pronto a entrare ma Juric ha cambiato idea

Nonostante la squalifica Ivan Juric è stato più che presente al Maradona di Napoli. Lo si è ben capito nei minuti finali del match, quando con lo scopo di difendere il risultato ha “ordinato” un cambio al suo vice, Matteo Paro. I granata hanno poi portato a casa un ottimo pareggio, nonostante i ripetuti attacchi degli azzurri e di Kvaratskhelia, apparso particolarmente ispirato verso la porta di Milinkovic-Savic. Juric ha seguito la gara dalla tribuna, ma è riuscito comunque a dare il suo apporto alla squadra.

Cosa è successo

Minuto 87′, il Napoli continua ad attaccare in cerca del gol del pareggio e il Toro soffre le azioni offensive degli azzurri. Ecco allora che Matteo Paro chiama Okereke per entrare in campo al posto di Zapata, reduce da una serie di falli con un cartellino giallo già sul groppone. Ma Juric cambia idea e dalla tribuna “ordina” un’altra sostituzione. Okereke si risiede e Paro chiama Vojvoda: entra il kosovaro per marcare a uomo Kvaratskhelia. Vojvoda lo ha infatti seguito in ogni zona del campo, senza badare a posizioni da mantenere o a particolari tatticismi.

La scelta di Vojvoda

Anche Juric dalla tribuna ha notato la pericolosità del georgiano, che più volte ha cercato la doppietta personale con conclusioni pericolosissime. Bravo è stato Milinkovic-Savic a negargli la gioia del secondo gol. Un siparietto che ormai si vede spesso sui campi da calcio quando gli allenatori sono costretti ad assistere alla gara dagli spalti. Anche le telecamere di DAZN hanno infatti immortalato i membri dello staff tecnico del Toro intenti a comunicare con il croato, particolarmente agitato per l’andamento della gara.

Mergim Vojvoda of Torino FC looks on during the Serie A football match between Torino FC and Empoli FC.
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 10-03-2024


24 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
bogaboga77
1 mese fa

Scelta giusta.
Lo preserviamo per la Coppa Italia

R2D2
1 mese fa

Il grosso problema ATAVICO è dovuto al Presidente: Con i difensori buoni si resta in A, con gli attaccanti buoni si può retrocedere. Ecco che ha SEMPREEEE propeso a spendere per i difensori, mai per le punte. Pellegri è un caso classico di pressappochismo e perfidia: era sempre rotto, giocatore… Leggi il resto »

Scimmionelli
1 mese fa
Reply to  R2D2

Quello che dici e’ semplicemente falso. Quando abbiamo avuto un allenatore offensivista come Sinisa, Cairo ha speso per centrocampo ed attacco, non per la difesa… Il che e’ anche logico dato che la proprieta’ decide il budget, ma dove e come spenderlo spetta all’allenatore e al DS. Insomma, inventatevi una… Leggi il resto »

ale_maroon79
1 mese fa

Una scelta del genere sul finale di partita è comprensibile, piuttosto mi chiedo più in generale cosa abbia fatto di male Okereke per non meritarsi mai neanche una chance per scendere in campo. Faccio fatica a credere che, pur non essendo un fenomeno, avrebbe fatto peggio della salma di Pellegri.… Leggi il resto »

Last edited 1 mese fa by ale_maroon79
madde71
madde71
1 mese fa
Reply to  ale_maroon79

I rapporti idilliaci con vaganti danno buoni frutti

James 75
James 75
1 mese fa
Reply to  ale_maroon79

Non è un RISO BOYS, non è figlio di amici, Pellegri, è stato preso da Vagnati, ma è l’ennesima figura di merd… a di mister mediocrità, lo dirò fino a fine giugno, carta canta… Seck +Pellegri +Radonijic +Karamoh =2anni al TORO 8 goal e 7 assist……. Okereke 2 anni in… Leggi il resto »

Torino, preoccupazione per Djidji ma Juric ritrova Lovato

La nuova vita di Rodriguez: da esterno tante conferme