Gli ex della partita Napoli-Torino Serie A 2019-2020

La carica degli ex: Verdi, Izzo e Rosati ritrovano il Napoli. Maksimovic il Toro

di Giulia Abbate - 27 Febbraio 2020

Gli ex di Napoli-Torino / Verdi ritrova il suo recente passato, per Izzo è un ritorno a casa. Tra le fila dei partenopei c’è solo Maksimovic

Dopo la pausa forzata dall’emergenza coronavirus, la squadra di Longo si appresta a tornare in campo nella sfida Napoli-Torino che vedrà protagonisti numerosi ex. Tra le fila dei granata, infatti, sono tre i giocatori che in carriera hanno vestito anche la casacca dei partenopei: Verdi, l’ultimo in ordine di tempo ad aver salutato il San Paolo per approdare nuovamente sotto la Mole, Izzo e Rosati. Nella formazione di Gattuso, invece, sarà il solo Maksimovic a ritrovarsi di fronte al suo passato. Ma partiamo proprio da Simone Verdi. Dopo essere arrivato al Toro dal Milan e aver vissuto in granata dal 2011 al 2013, approda in maglia Azzurra nella stagione 2018/2019 dopo un lungo peregrinare in Italia e all’estero. Una stagione, quella al Napoli, decisamente non fortunata. Tanti gli alti e bassi e poco lo spazio che è riuscito a ritagliarsi: adesso, con la maglia granata ha l’occasione e la volontà di rifarsi dimostrando ai partenopei che lasciarlo partire potrebbe non essere stata la decisione giusta.

Toro, anche Izzo torna a casa. E Rosati…

Insieme a Verdi, come si diceva, a fare ritorno a Napoli saranno anche Rosati e Izzo. Il vice-Sirigu ha vissuto in Azurro dal 2011 al 2013, come vice di Morgan De Sanctis, per poi tornare per una seconda breve parentesi anche nel 2014. In tutto colleziona appena 12 presenze totali. Chi, invece, resta indissolubilmente legato a Napoli e al Napoli è Armando Izzo. Nato e cresciuto a Scampia, un quartiere di certo non facile della città partenopea, il difensore non ha mai fatto mistero della profondo affetto e della gratitudine che lo lega al club di De Laurentiis.

Cresciuto nella squadra del quartiere, l’ARCI Scampia, fa il salto di qualità proprio quando approda in Azzurro nel 2006 dove vince anche un campionato Berretti. Dopo la morte del padre pensa di abbandonare il pallone ma fortunatamente, per il Napoli e anche per il Toro, il suo procuratore riesce a dissuaderlo e il giovane Armando diventerà il giocatore che i granata hanno imparato ad amare e osannare. Un’esplosione avvenuta anche grazie a Walter Mazzarri che non solo gli ha permesso di allenarsi con la prima squadra ma, come Izzo stesso ha raccontato, è stato più un padre che un allenatore.

Napoli-Torino, è Maksimovic l’ex dei partenopei

Tra le fila dei partenopei, come anticipato, sarà Nikola Maksimovic a ritrovarsi di fronte alla sua ex squadra. In granata ha vissuto tre stagioni alla corte di Giampiero Ventura, scendendo in campo non solo in campionato ma anche in Europa League. Al Toro ha contribuito anche alla vittoria del derby dopo 20 anni ma a fare scalpore, in fin dei conti, è stato soprattutto il suo addio. Un saluto brusco, un’interruzione polemica, caratterizzata da un rapporto mai veramente sbocciato con Mihajlovic e da una “fuga” in Serbia che ha definitivamente incrinato i rapporti prima del definitivo addio all’ultimo giorno di mercato nell’estate del 2016.