Nazionale, per Belotti obiettivo Svezia: il Gallo punta ai play-off

9
Belotti
CAMPO, 23.9.17, Torino, Allianz Stadium, Serie A, JUVENTUS-TORINO, nella foto: Andrea Belotti

L’Italia di Ventura si giocherà l’accesso ai Mondiali di Russia contro gli scandinavi: per l’attaccante granata c’è la speranza di rientrare

E’ nelle mani della Svezia il destino azzurro. Dall’urna di Zurigo esce una delle avversarie più complicate per l’Italia di Ventura. Era proprio la squadra di Andersson, infatti – insieme all’Irlanda di Martin O’Neil – a rappresentare il pericolo maggiore per gli Azzurri alla vigilia di questo sorteggio. Le date sono state ufficializzate pochi minuti fa: l’andata si disputerà in Svezia il 10 novembre, mentre il ritorno tre giorni dopo, con ogni probabilità al “Meazza” di Milano. Calendario che fa gola ad Andrea Belotti. La prognosi dopo l’infortunio al ginocchio parlava di un mese, per Cairo avrebbe potuto farcela addirittura in tre settimane. Insomma, il Gallo potrebbe davvero essere in campo per giocarsi, con la sua Italia, l’accesso ai Mondiali in Russia.

Nessuna certezza, però. Ancora ieri Belotti ha proseguito nel programma esclusivamente fisioterapico che ha intrapreso da quasi una settimana. Siamo a metà del percorso, secondo la tabella iniziale stabilita dopo la gara contro il Verona, ma l’abbandono delle stampelle, avvenuto nel weekend, è stato un primo segnale incoraggiante. Nelle prossime settimane sono previsti sviluppi importanti: i primi esercizi in palestra, con carichi via via più pesanti e il graduale rientro in gruppo. Il tutto, però, senza forzare i tempi. Cagliari in casa o, più realisticamente, Inter a San Siro: queste le due date cerchiate in rosso per il possibile ritorno del bomber granata. Pochi giorni dopo, poi, ci saranno i play-off. La pallida Italia di Ventura ha bisogno più che mai della sua verve. E Belotti spera di farcela, ginocchio permettendo.

 

9 Commenti

  1. La vetrina è quella….quindi si farà di tutto per far giocare Belotti in Nazionale, in fondo il Toro è un mezzo non un fine….paradossalmente vorrei vedere se il Gallo, giocatore di buon livello ( non un campione da 100 mil ), si rompesse del tutto in Nazionale e si rovinasse la carriera cosa direbbe il giornalaio….a noi non cambierebbe nulla ma a loro….

  2. Ma non scherziamo ! Lui deve puntare a riprendersi bene quindi fare tutti gli step con i controli con i controcazzi poi deve puntare a rientrare nel Toro magari facendo un tempo poi a tempo pieno e poi solo allora se si sarà ripreso completamente allora potra tornare in nazionale! Fino a prova contraria è il Toro che lo paga e a quello deve dare precedenza !