I numeri di Empoli-Torino: i toscani in casa soffrono molto, mentre i granata hanno un rendimento altalenante in trasferta

È l’antivigilia di Empoli-Torino, sfida importantissima per le sorti europee dei granata. Ultime prove generali al Filadelfia per i ragazzi di Juric, che partiranno nella giornata di venerdì in direzione Toscana. A due giorni dalla sfida, è bene ripassare tutti i numeri con cui le due squadre si presentano al Castellani, primi tra tutti quelli inerenti alla classifica: i padroni di casa sono in questo momento al 18° posto in classifica, in piena zona retrocessione, mentre il Toro si trova al, seppur con una partita in più della Fiorentina.

Male l’Empoli in casa

I numeri interni dell’Empoli parlano di una squadra che mostra poca sicurezza davanti ai propri tifosi, quasi sulla falsa riga del Torino versione 2022/2023. Dei 25 punti conquistati quest’anno gli azzurri ne hanno trovati solamente 10 al Castellani, sintomo di una debolezza di cui il Toro può approfittare. Addirittura 9 sconfitte per Luperto e compagni, mentre le vittorie sono arrivate solamente contro Salernitana e Monza. Il rendimento è certamente migliorato con l’arrivo di Nicola in panchina, ma ormai l’ultima vittoria risale al 21 gennaio scorso.

Il Toro in trasferta non decolla

Così come le partite in casa rappresentano il punto debole dell’Empoli, le trasferte possono quasi essere definite il tallone d’Achille della squadra di Juric. Il Torino ha vinto solamente 4 delle 15 partite lontane dall’Olimpico, pareggiandone 5 e perdendone addirittura 6. Un bilancio che anzi è molto migliorato nel 2024, avendo perso una sola volta nelle ultime 6 partite. Ora però serve aggiungere punti importanti anche in trasferta a quelli fatti davanti ai tifosi, per far sì che il sogno Europa possa concretizzarsi. Oltre all’Empoli, infatti, i granata dovranno visitare anche Inter, Verona e Atalanta da qui a fine campionato, ed è obbligatorio ottenere almeno 7 punti su 12.

Nikola Vlasic e Jacopo Fazzini
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 04-04-2024


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Scimmionelli
1 mese fa

Questi articoli portano una jella tremenda… e forse sono fatti proprio per portare jella!

Sangueblu
1 mese fa
Reply to  Scimmionelli

Tu porti jella

Sanabria ritrovato: dopo il gol, può tornare anche titolare

Tameze: “8 finali per fare qualcosa di bello, dobbiamo sbagliare il meno possibile”