Il serbo si è distinto nel match contro i turchi con una doppietta in due minuti: un forte segnale di crescita targato Juric

Tanta attesa per qualche fiammata e per quegli squilli che sono finalmente arrivati. Si raccolgono i primi frutti del lavoro di Juric che ieri, contro i neo-campioni di Tuchia del Trabzonspor ha ipotecato la seconda vittoria consecutiva nelle amichevoli pre-campionato. Un test importante non solo a livello di continuità: le aspettative sui nuovi arrivati stanno finalmente venendo rispecchiate. Il vero protagonista della sfida è stato infatti Nemanja Radonjic, che ha dominato le scene del primo tempo con una doppietta personale.

Toro, contro il Trabzonspor lo spettacolo è targato Radonjic

Alla sua prima terza amichevole con la maglia granata, il serbo arrivato in granata dall’Olympique Marsiglia ha dato spettacolo, mostrando progressi rispetto alle precedenti uscite. Le ombre intervallate da qualche scintilla sono state rimpiazzate dai riflettori puntati grazie alla grande incisività realizzativa mostrata contro i suoi avversari. Un segnale di crescita importante che non può che fare piacere al tecnico, scarno di giocatori in grado di finalizzare. Sembrerebbe averne infatti trovato uno.

Toro, segnali positivi dal serbo grazie a Juric

Un assist di Seck e poi un errore difensivo sono stati i pretesti perfetti per far sbloccare Radonjic, arrivato come scommessa a causa della sua discontinuità ma che sta mostrando giorno dopo giorno i progressi di Juric. Chiamato al miracolo, il tecnico sta riuscendo ancora una volta a plasmare il giocatore sfruttandone le caratteristiche per fare di necessità virtù. La vera prova del nove arriverà però tra meno di un mese, con l’inizio ufficiale del campionato. Lì, il serbo dovrà dare dimostrazione di essere l’uomo giusto per questo Toro, magari replicando quanto visto tra il 20′ e il 22′ del primo tempo a Kitzbuhel, non facendo rimpiangere Josip Brekalo. Se continuerà sulla strada intraprese in ritiro ci potrà riuscire.

Radonjic e Djidji, ritiro Bad Leonfelden
Radonjic e Djidji, ritiro Bad Leonfelden
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 24-07-2022


55 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Scimmionelli
Scimmionelli
25 giorni fa

Brachekalo, per gli amici Brekalo

Molto meglio Nemanja.

odix77
odix77
25 giorni fa
Reply to  Scimmionelli

però su dai… se è corretto criticare chi sme.rda ogni giocatore senza a verlo visto anche questi commenti sono inguardabili… ma io dico.. ma che minkia ne sai di chi sia piu o meno forte?

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
25 giorni fa

Intanto però il superbo Brekalo, ch ci ha schifati, non se lo è finora filato nessuno !! La squadra a cui appartiene tra l’altro non farà le Coppe nemmeno lei Infine, ricordo un rendimento buono incerte partite, e mediocre in altre. Cioè per “un Torino” che punta a un6/7 posto… Leggi il resto »

odix77
odix77
25 giorni fa

pensa che c’è uno che ancora la squadra manco l’ha trovata.. ti sto perc.ulando un pò GD, ma scherzando…

Roby65(Filasempre)
Roby65(Filasempre)
25 giorni fa

I paragoni a luglio mi paiono impropri.
Si vedrà.
In campionato.
Per di più di lui non si discute la tecnica quanto la testa. Speriamo in Juric.

Scimmionelli
Scimmionelli
25 giorni fa

Come se il calciatore medio fosse Albert Einstein…

Vojvoda: “Juric? Ti dice tutto in faccia. Non mi sento un leader”

Ricci: “L’Italia? Ora l’obiettivo è fare bene al Toro. Ecco in cosa devo migliorare”