Il Toro va in Europa se…La guida al regolamento Uefa

di Francesco Vittonetto - 8 Maggio 2019

Tra Coppa Italia e classifica di Serie A: il settimo posto potrebbe non bastare al Torino per l’Europa. Ecco il regolamento Uefa nel dettaglio

La data cruciale è una sola: 15 maggio 2019, si giocherà la finale di Coppa Italia tra Atalanta e Lazio. Dall’Olimpico di Roma passerà anche il futuro del Torino, così come di tutte le squadre impelagate nella lotta per un posto in Europa nella stagione 2019/2020. Ma perché? Semplice: secondo i regolamenti Uefa e quelli della Lega di Serie A, la vincente della Coppa si assicura un posto in Europa League per l’annata successiva. Solo la vincente, però. Se fino a tre anni fa poteva infatti bastare l’accesso in finale
per prendersi il pass per l’ex Coppa Uefa – e dunque il secondo posto, qualora la squadra vincitrice del trofeo si fosse garantita l’accesso alle coppe europee attraverso il campionato – adesso non è più così. In Europa League andrà solo la vincitrice della Coppa Italia, a patto che ovviamente quest’ultima non sia arrivata in campionato in una delle prime quattro posizioni. In tal caso si qualificherebbe in Champions League, aprendo le porte dell’Europa alla settima classificata.

Serie A, i piazzamenti per le coppe europee

Ma procediamo con ordine. Si qualificano alla Champions le prime quattro classificate della Serie A 2018/2019, che accederanno direttamente alla fase a gironi senza che nessuna di queste debba passare dai preliminari. Vincitrice della Coppa Italia, quinta classificata e sesta (dai preliminari) staccano invece il pass per l’Europa League. Con un’eccezione, come abbiamo visto: qualora la Coppa venga portata a casa da una squadra classificatasi al termine del campionato tra la prima e la sesta posizione, allora sarà la settima ad accedere ai preliminari di Europa League.

Il regolamento Uefa, infatti, prevede che alla seconda competizione continentale partecipino tassativamente tre squadre italiane: due con accesso diretto ai gironi (la quinta e la vincitrice della Coppa Italia / la sesta) e una passando dai preliminari (la sesta / la settima, se la Coppa viene vinta da una squadra presente nei primi sei posti della classifica).

E se chi trionfa in Coppa Italia arriva al settimo posto? Accederà direttamente ai gironi di Europa League, facendo “retrocedere” la sesta classificata ai preliminari.

Il Torino e le altre: la lotta Europa dipende dalla Coppa Italia

Passiamo agli esempi concreti, con riferimento alla classifica dopo la 35^ giornata. In questo momento l’Atalanta è quarta a 62 punti, mentre la Lazio ottava a 55 (due in meno del Toro). Qualora a vincere la Coppa Italia fossero i bergamaschi, allora il Torino – attualmente settimo – si qualificherebbe ai preliminari di Europa League.

Non così qualora a vincere fossero i biancocelesti, che centrerebbero il pass per la qualificazione all’Europa, costringendo la sesta (la Roma, al momento) ai preliminari e tagliando fuori la settima (proprio il Toro, allo stato attuale della classifica).

Il cammino, però, è ancora in divenire. Alla finale di Roma manca una settimana, al termine del campionato addirittura tre giornate. E l’ultima di queste, il Torino se la giocherà proprio contro la Lazio.

più nuovi più vecchi
Notificami
scappa76
Utente
scappa76

Ho fatto caso a qualche (piccolo?) vantaggio che abbiamo… 1) alla penultima affronteremo l’Empoli quando potrebbe già essere retrocesso (l’Udinese giocherà al sabato contro la SPAL già salva…); 2) se anche pareggiassimo una tra Sassuolo o Empoli e la Lazio le vincesse entrambe, arriveremmo allo scontro diretto a pari punti… Leggi il resto »

gix
Utente
gix

vediamo se riusciamo a battere il sassuolo intanto

rotor
Utente
rotor

Basta con i se e i ma e con l’arrampicarsi sugli specchi, purtroppo i giochi sono ormai fatti.