Zaza, contro il Sassuolo gara da ex per riconquistarsi il Torino - Toro.it

Zaza, contro il Sassuolo gara da ex per riconquistarsi il Torino

di Francesco Vittonetto - 9 Maggio 2019

Dopo l’assenza a Superga causa influenza, Zaza tornerà contro il Sassuolo: la sfida contro la sua ex squadra prima del mercato

Derby da comparsa, niente Superga. L’ultimo fine settimana di Simone Zaza non è certo stato memorabile. Un’indisposizione, all’origine di tutto, che già lo aveva limitato nella stracittadina ma che soprattutto lo ha costretto a letto nel giorno delle commemorazioni per gli Invincibili. La sua assenza, prima nella messa al Duomo e poi nel bagno di folla sul piazzale della Basilica, ha fatto drizzare subito le antenne di molti. Ma all’origine non vi era alcuna rottura improvvisa tra calciatore e società, semmai una forte influenza intestinale. Tutto rientrato, adesso: il calciatore si sta allenando con i compagni al Filadelfia, preparando la sfida contro il Sassuolo.

Zaza, contro la Juventus il rientro dopo la squalifica

Il suo ingresso in campo, nella stracittadina, aveva messo fine a tre settimane di assenza causa squalifica. Dopo il gol-rosso da montagne russe contro il Cagliari, Mazzarri aveva dovuto fare a meno di lui. Trovando, per contro, un equilibrio inaspettato in attacco: Berenguer più un incursore (Baselli o Lukic) alle spalle di Belotti.

Perché di mezzo ci si era messa anche l’assenza di Falque, non al meglio per qualche acciacco fisico che lo ha costretto al forfait fino alla sfida dello Stadium.

Torino-Sassuolo, per Zaza partita da ex

Ora entrambi sono a disposizione di WM. Con Zaza che, però, può godere di una condizione decisamente migliore. Difficile tuttavia un suo impiego dal primo minuto contro i neroverdi di De Zerbi. Una sfida mai banale, per l’11 di Metaponto, che proprio in Emilia è esploso ad alti livelli in Serie A. Due stagioni, dal 2013 al 2015, e l’esordio con la nuova maglia proprio al “Grande Torino”, allora solo Olimpico: era la notte della prima in massima serie per il neopromosso Sassuolo e l’ex Samp la giocò dal primo minuto.

69 presenze e 21 gol, alla fine, prima del passaggio alla Juventus. Storia vecchia, non uscita però dal cuore di Zaza. Che adesso ha il compito di lasciare qualcosa anche al Torino, almeno prima del sipario sulla stagione e dell’inizio di un mercato che verosimilmente lo riguarderà molto da vicino.

più nuovi più vecchi
Notificami
Cup
Utente
Cup

Articolo ingiustificato: ci stava forse “Il rimpianto di Zaza!”, quello di non essere diventato protagonista nel Toro e di doversi vergognare di fronte alla sua ex squadra dove invece aveva fatto bene…

Alessandro (Ale67)
Utente
Alessandro (Ale67)

VATTENE!!!

Granata_da_Legare
Utente
Granata_da_Legare

La valigia è sul letto… -3.