Rincon, il (non) regista insostituibile: Giampaolo non lo cambia anche se acciaccato - Toro.it

Rincon, il (non) regista insostituibile: Giampaolo non lo cambia anche se acciaccato

di Andrea Piva - 5 Novembre 2020

La grinta e i muscoli di Tomas Rincon hanno conquistato anche Marco Giampaolo: non è il regista che desiderava, ma non vuole rinunciare a lui

Quando ha firmato il proprio contratto con il Torino, Marco Giampaolo immaginava di poter aver un giocatore con caratteristiche ben diverse da Tomas Rincon davanti alla difesa, un vero regista capace di dettare i tempi, effettuare precisi cambi di gioco e verticalizzazioni per gli attaccanti. Probabilmente non pensava di poter rimanere conquistato dalla grinta e dai muscoli del venezuelano che, ora, è invece diventato una sorta di insostituibile. E lo si è visto anche nei minuti finali, quando nonostante qualche acciacco fisico Rincon è rimasto in campo fino al 95′ e il tecnico ha preferito sfruttare l’ultima sostituzione a disposizione per inserire Cristian Ansaldi e togliere Karol Linetty.

Torino: Rincon ha conquistato tutti gli allenatori

Le doti umane di Rincon, prima ancora di quelle tecniche, erano state apprezzate anche dai predecessori dell’attuale allenatore granata, non è un caso che sia Sinisa Mihajlovic che successivamente Walter Mazzari e Moreno Longo abbiano sempre indicato il numero 88 come un leader della squadra, come uno dei pilastri insieme ai vari Salvatore Sirigu e Andrea Belotti. Come non è un caso che tutti e tre, pur adottando moduli differenti e avendo idee di calcio diverse, abbiano sempre contato sul venezuelano. Da quando è arrivato al Torino la sua titolarità non è mai stata messa in dubbio: neanche Giampaolo ora lo sta facendo. Anzi, ha confermato che Rincon è davvero uno dei pilastri fondamentali di questa squadra.

Tomas Rincon
Tomas Rincon, Torino

7 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
rotor
rotor
18 giorni fa

Per fortuna presto sara’ squalificato per somma di ammonizioni,spero che cosi’ giochi Segre al posto del re dei falli e punizioni stupide da cui subiamo goal come contro la Lazio.

davidone5
davidone5
18 giorni fa

E’ insostituibile perchè non abbiamo un regista.

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
18 giorni fa
Reply to  davidone5

al momento non è lui l’anello debole. si potrebbe avere uno meglio al suo posto, chiaro.
ma non è lui òl’anello debole

Mondo
Mondo
17 giorni fa

L’anello debole è quello che dirige la baracca

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
17 giorni fa
Reply to  Mondo

guarda per una volta che scrivi educatamente e giustamente, rispondo e confermo: l’anello debole è il pres e la sua gestione

andrepinga
andrepinga
18 giorni fa

Non e’ e non sarai mai un regista. Pero’ el general da sempre tutto.